CONSULENZE SULLE CASE PREFABBRICATE

CONSULENZE SULLE CASE PREFABBRICATE

RICEVO QUOTIDIANAMENTE RICHIESTE DI CONSULENZA PER DARE UN’OCCHIATA A PROGETTI GIA’ ESISTENTI O PER DARE SUGGERIMENTI RELATIVI ALLA SCELTA DEL COSTRUTTORE DI CASE IN LEGNO. L’HO SCRITTO SPESSO, MA DEVO RIBADIRE IL CONCETTO A MALINCUORE.

Volevo chiederle se era disponibile per un consulto sulla casa prefabbricata.
Ho consultato vari costruttori……..ma non vorrei venire matto con i preventivi, quanto avere una guida indipendente che mi aiuti nelle scelte.
Qualora fosse disponibile possiamo definire un piano di collaborazione.
Per me sentire una campana in più è molto importante.


Caro Architetto, ho qualche dubbio rispetto al mio geometra.
Il progetto non mi dispiace, ma non vorrei pentirmi della scelta successivamente, dato che non sa nulla di case prefabbricate.
Dato che gli ho già dato parecchi soldi, non me la sento di togliergli l’incarico ed ho quindi pensato di farmi dare un occhiata al progetto da lei.
E’ disponibile?
Posso mandarle i files?
Preferisce pdf o dwg?


No. Non sono disponibile.
Il mio studio assume solo incarichi minimi di progettazione, meglio se completi di direzione lavori.
Può sembrare in contraddizione rispetto alla pubblicazione gratuita di articoli ed informazioni libere per tutti.
La divulgazione delle case prefabbricate è infatti una sorta di servizio pubblico … senza canone.
Leggete, scaricate, stampate, criticate, date un’occhiata ai siti pubblicitari (non è certo obbligatorio). Il mio lavoro sul blog ha una valenza generale e nulla è richiesto in cambio, né lo sarà in futuro.
Chi mi scrive una mail, riceve quasi sempre un replica.

Se il quesito è semplice, rispondo sinteticamente, se è complesso redigo un articolo o … cestino direttamente.
Spero che ne comprendiate il perché.
Non sono un semplice appassionato di case in legno a basso consumo ed il mio non è un hobby.
Come professionista dedico il mio tempo soprattutto ai miei clienti, con i quali il rapporto è normato da un preciso contratto disciplinare. e proposte di incarico vengono sempre valutate e, qualora si creino le reciproche condizioni, si può collaborare con profitto.

Distanze eccessive dal mio studio (oltre 1 ora di auto, per essere chiari) non agevolano un servizio tecnico-professionale adeguato e solitamente declino queste richieste a malincuore.
Le consulenze sono ….. imbarazzanti.
In pratica mi si chiede di affiancare un tecnico esistente, verso il quale non si ripone sufficiente fiducia, ma che manterrà l’incarico, del tutto all’oscuro del mio ruolo di vostro “confidente segreto”.
I contorni economici di un tale compito sono quasi sempre poco chiari e sconfinano non di rado nell’aperta aspettativa di volontariato da parte mia.
Esistono però norme di deontologia professionale che impongono di non interferire, ne di mettere in cattiva luce l’attività di un altro professionista.
Scusate lo sfogo.

5 Commenti

  1. Avatar
    Anonymous marzo 31, 2011

    Condivido in pieno la posizione dell’Architetto.Credo anzi che se lo stimiamo tanto è perchè siamo certi del suo disinteresse…(in caso contrario ci consiglierebbe solo quello che può fornirci!). Mi chiedo però se non potremmo, in parte, fare noi quello che non è permesso a lui ed utilizzare lo spazio a disposizione dei commenti per raccontare le nostre esperienze,facendo anche nome e cognome delle ditte interpellate . Lei che ne dice Architetto? Lo considererebbe un uso improprio del suo blog?

  2. Avatar
    ARCH. PAOLO CRIVELLARO marzo 31, 2011

    Sarebbe senz’altro gradito.
    Ho bisogno dei vostri commenti per rendere vivo il blog.
    Meglio ancora se mi giungono esperienze da pubblicare integralmente.
    La questione del nome e cognome delle ditte è un po’ spinosa, poichè non voglio che si faccia pubblicità (anche in senso negativo) a nessuna azienda.
    All’interno dei commenti non faccio comunque nessuna censura.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *