IL VALORE DI UN EDIFICIO IN LEGNO

IL VALORE DI UN EDIFICIO IN LEGNO

QUAL’E’ IL VALORE DI MERCATO DI UNA CASA IN LEGNO?
DOVENDO RICOSTRUIRE UN FABBRICATO IN LEGNO ESISTENTE, MEGLIO RIFARLO IN MURATURA?

Ho appena acquistato una casa prefabbricata in legno degli anni ’80 con circa 1100 mq di terreno edificabile, purtroppo abbandonata da almeno 2 anni, in zona Malpensa, in pieno Parco del Ticino.
Il piano terra è in cemento armato, mentre il primo piano è completamente in legno.
Vorremmo ristrutturare il piano superiore, ma ci è stato sconsigliato in quanto un intervento di demolizione e poi ricostruzione in muratura ci costerebbe di meno.
Contattando un geometra per effettuare dei preventivi ora ci viene detto che la casa verrebbe considerata come una nuova costruzione e quindi con oneri di costruzione e urbanizzazione raddoppiati e comunque la ristrutturazione del legno non vale la pena perchè il valore della casa sarebbe minore.
Sinceramente al momento non sappiamo cosa fare, e poi perchè una casa in legno ha meno valore di una casa in muratura?
Il legno non dura di più rispetto al cemento che sentendo delle fonti sembra duri 100 anni?
La casa in legno non è il futuro?


Le foto della costruzione (una blockhaus, che non pubblico per motivi di privacy) mostrano effettivamente uno stato manutentivo carente, aggravato dall’esposizione agli agenti atmosferici del legno.
I moderni edifici a telaio o in xlam, rivestiti esternamente con uno strato di isolamento a cappotto che avvolge le facciate, risultano estremamente durevoli rispetto alle costruzioni in legno a vista, che richiedono maggiori manutenzioni.
I vantaggi non si limitano ai minori costi di intervento, in quanto le prestazioni energetiche sono di gran lunga superiori per la notevole coibentazione termica.

Una semplice immagine non è sufficiente per valutare i costi di ristrutturazione da sostenere, ma suppongo che il geometra abbia fornito delle risposte sufficientemente pertinenti, anche relativamente alla quantificazione degli oneri da versare.
Mi interessa piuttosto entrare nel merito del valore di una casa in legno rispetto ad un edificio in muratura di pari caratteristiche (tipologia, dimensioni, finiture….).
La casa in legno può rappresentare il futuro di un edilizia che persegua minori consumi energetici, comfort abitativo, minori emissioni di CO2 nell’ambiente o, quantomeno, un’alternativa sempre più diffusa ai sistemi costruttivi tradizionali del laterocemento.
Gli edifici isolati in muratura comportano alti costi di costruzione rispetto ai prefabbricati in legno, una tendenza che verrà accresciuta dalle future normative in tema di fabbisogno energetico degli edifici, rendendo molto appetibili le soluzioni in legno, caratterizzate da un buon rapporto qualità/prezzo.
La durata di una casa prefabbricata è approssimativamente la medesima di una in laterizio (a parità di condizioni di utilizzo e di manutenzione) e non dovrebbe costituire un parametro di scelta dal parte dell’acquirente.
Il valore di una costruzione è infine determinato per legge anche dalla classe di certificazione energetica, un aspetto che qualifica ulteriormente gli edifici in legno a basso consumo rispetto a quelli disperdenti.

 

2 Commenti

  1. Avatar
    Anonymous settembre 22, 2012

    Le risultano esistenti o in realizzazione delle zone residenziali con prefrabbricati in legno?
    Stavo pensando alla maggiore facilità di costruire appartamenti realmente isolati acusticamente dagli altri potendo ricorrere alla strutture prefabbricate che consentono una progettazione e realizzazione davvero a regola d’arte anche per questo aspetto.
    Ha notizie se qualcuno in italia si è mai mosso in questo senso?

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *