ECOVILLAGGI IN LEGNO

ECOVILLAGGI IN LEGNO

LE CASE IN LEGNO A BASSO CONSUMO SONO RIVOLTE PREVALENTEMENTE AL CLIENTE FINALE, CHE NE APPREZZA L’ALTO ISOLAMENTO TERMICO, LE QUALITA’ COSTRUTTIVE, LA SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE ED IL COMFORT ABITATIVO.

Ho letto con interesse il suo Blog su case in legno a basso consumo.
Sto lavorando con una immobiliare che sarebbe interessata a costruire su un terreno nella provincia di Lodi delle case prefabbricate in legno.
La maggior diffidenza che stiamo riscontrando non è sul lato tecnico, ma quello commerciale di futura rivendibilità degli immobili una volta costruiti.
I potenziali clienti sembrano molto diffidenti in Italia; in Germania ricerche parlano di un 50% che sarebbero interessato a case in legno, ma in Italia da mia esperienza siamo ben al di sotto di questi valori.

La contatto, poiché mi piacerebbe conoscere la sua esperienza in merito.

In effetti non si trovano informazioni a riguardo, dalle mie ricerche in Italia ho trovato solo privati, che costruiscono case per poi andarci a vivere.
Non so come possa essere il mercato nei paesi nordici e mitteleuropei,se già si sono aperti in questo senso, oppure anche lì si lavora attraverso clientela privata o pubblica, ma senza un visione commerciale di futura rivendibilità?


In Italia, il mercato immobiliare delle case in legno è solo agli albori e non esistono stime e valutazioni su grande scala.
E’ comunque possibile fare riferimento ad alcune iniziative immobiliari, generalmente soddisfacenti, soprattutto qualora sia stata coinvolta la pubblica amministrazione.
In Germania ed in Austria, il comparto delle case prefabbricate rappresenta una fetta consistente delle costruzioni e non solo a destinazione abitativa.
Ad esempio, gran parte dei capannoni artigianali o commerciali viene realizzata in legno, al contrario di quanto avviene nel nostro paese, in cui si edificano prevalentemente prefabbricati in calcestruzzo con strutture portanti in cemento armato precompresso.

Il potenziale cliente tedesco o austriaco conosce le case in legno e ne valuta positivamente le caratteristiche, senza timori o pregiudizi.
Al contrario, nel nostro paese gli edifici in legno rappresentano una piccola nicchia nel settore delle costruzioni, a causa della loro scarsa diffusione, in particolare al centro-sud e restano ignorati dalla maggior parte di chi si accinge a costruire la propria abitazione.
Sono convinto che entro qualche anno la situazione andrà velocemente modificandosi, soprattutto per l’evoluzione normativa nel campo del rendimento energetico degli edifici (che innalzerà fortemente le soglie minime d’isolamento termico) e della sostenibilità ambientale (privilegiando le costruzioni che impiegano poca energia nella realizzazione e non utilizzano materiali di sintesi chimica).

Il valore di una casa in legno non è in discussione.
La classe di certificazione energetica di altissimo livello, la lunga durata con minime manutenzioni, le qualità ambientali, acustiche ed olfattive, sono solo alcuni dei molti vantaggi.
L’acquisto di un immobile prefabbricato in legno è un vero e proprio investimento economico che si ripaga nel tempo grazie alle bollette energetiche ridotte, che possono persino risultare in attivo, qualora venga adeguatamente dimensionato l’impianto fotovoltaico abbinato ad una pompa di calore.

1 Commento

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *