UNA CASA DI LEGNO SENZA FINESTRE

UNA CASA DI LEGNO SENZA FINESTRE

L’ETERNO DILEMMA DELLA SCELTA TRA UNA CASA DI LEGNO ED UN EDIFICIO TRADIZIONALE IN MURATURA SI AFFIANCA AD UNA GESTIONE “SPERICOLATA” DELLE FINESTRE.

Sono al solito bivio: casa in laterizio o casa in legno?
In realtà si tratta di un ampliamento di 2 piani di 40 metri quadri ciascuno.
Al piano terra si realizza una stanza unica con 3 alzanti scorrevoli da 3 metri di larghezza.

Nel caso i serramenti vengano montati dopo mettiamo 1 o più anni possono insorgere problemi per la pareti interne tipo per l’umidità, considerando che il pavimento è quello esistente in cemento?
Se invece al primo piano ci fossero delle chiusure provvisorie tipo nylon su telaietto di legno per le finestre di dimensioni normali?


Le qualità costruttive delle case in legno sono innumerevoli, ma la scelta dipende da fattori specifici, che non sempre fanno optare per la soluzione in prefabbricato.
Nel caso specifico del lettore, le ridotte dimensioni (40 metri quadri) possono scoraggiare più di un costruttore di case in legno, soprattutto rivolgendosi verso qualche grande azienda, in quanto il prezzo unitario per i piccoli edifici (€/mq) è molto alto a causa dell’incidenza dei costi fissi.
Anche gli ampliamenti possono comportare qualche difficoltà aggiuntiva e non è sempre semplice lavorare in aderenza con preesistenze.
Le grandi vetrate (ben 3 da 3 metri) indeboliscono fortemente la struttura, imponendo l’inserimento di pilastri e travi in acciaio per rafforzare la statica.


Non avendo sufficienti informazioni a disposizione per dare un consiglio, non sconsiglierei a priori la realizzazione in legno, ma l’intervento in muratura mi sembra vantaggioso.

Il principale vantaggio delle costruzioni in legno prefabbricate è l’elevato isolamento termico dell’involucro esterno.
Il sistema vetro+serramento montato sulle “case in legno” a basso consumo energetico consente di limitare le dispersioni di calore, montando tripli vetri o interponendo tra le lastre gas argon al posto dell’aria.

Il ruolo degli infissi e dei vetri è fondamentale per definire le prestazioni termiche degli edifici, superiore persino a quello delle pareti, poiché l’installazione di serramenti inadeguati può compromettere l’isolamento complessivo della costruzione.

Il montaggio successivo (dopo 1 o più anni) degli infissi fa presumere che il lettore intenda completare l’edificio per conto proprio, chiudendo provvisoriamente con dei teli in nylon i fori (…).

Tutto questo appare molto lontano dalla filosofia costruttiva delle case prefabbricate a basso consumo, che prevedono l’installazione di infissi isolati direttamente in fabbrica.
Anche reperendo un costruttore disponibile a scorporare i serramenti esterni, si tratterebbe di una scelta infelice e poco sensata, con notevoli rischi per l’edificio.
In questo caso non sarebbe possibile fornire al cliente alcuna garanzia a causa dell’insufficiente protezione all’acqua.

1 Commento

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *