CASE IN LEGNO A TELAIO VS XLAM

CASE IN LEGNO A TELAIO VS XLAM

LA SCELTA DI COSTRUIRE IN LEGNO LA PROPRIA ABITAZIONE METTE A DISPOSIZIONE NOTEVOLI VANTAGGI RISPETTO ALLE SOLUZIONI TRADIZIONALI, UNA VOLTA VERIFICATONE LA FATTIBILITA’ TECNICA RISPETTO ALLE CARATTERISTICHE DELL’EDIFICIO.

Non sempre infatti le case in legno rappresentano la soluzione più indicata e, in molti casi, conviene costruire l’edificio in muratura, soprattutto in presenza di vincoli e preesistenze da mantenere (costruzioni in aderenza o a schiera) o per fabbricati di piccole dimensioni.


Mi trovo a dover costruire una casa in legno, a L’Aquila, dato che la casa acquistata, in seguito al terremoto, è da abbattere.
Fino a poco fa ero molto convinto delle case a telaio, ma dopo aver parlato con alcune persone dell’XLAM, mi sto ricredendo sulla tipologia di costruzione.
La casa è una villetta bifamiliare di complessivi 300 mq, ha il seminterrato e un po’ di giardino su tutti i lati. Ha una buona esposizione (orientamento SSO) ed è affiancata da altre due villette che tolgono un po’ di sole al mattino e alla sera (circa 1 ora).

I miei dubbi riguardano:

  • la differenza di isolamento delle due tipologie di costruzione (più o meno facilità che si creino delle fessure);
  • la manutenzione necessaria negli anni successivi alla costruzione;
  • il rischio di imbarcarsi di alcune parti (maggiore nel telaio che nell’XLAM?);
  • vantaggi e svantaggi tra i due sistemi.

La casa avrà la VMC, riscaldamento con caldaia a legna e 3 pannelli per il solare termico con puffer da 400 lt per l’ACS e 1.500 lt per il riscaldamento a pavimento radiante (sto valutando l’ipotesi dell’impianto in rame invece del pvc).
Sostanzialmente ho ricevuto due preventivi quasi uguali tra telaio e XLAM (circa 30 €/mq in più su quest’ultimo).
Che cosa mi consiglia?
Non son riuscito, ad oggi, a trovare informazioni sufficienti.


La zona altamente tellurica rende valide entrambe le soluzioni costruttive.
In tutti i casi le strutture in legno e di fondazione andranno calcolate tenendo conto della classificazione, che prevede per L’Aquila la zona 1 ad alta sismicità (PGA oltre 0,25g).
Dal punto di vista termico, entrambe le pareti sono valide, ricordando che (a livello assolutamente generale) le prestazioni energetiche del telaio sono superiori nei mesi freddi, grazie al migliore isolamento termico, mentre d’estate le pareti massicce sono più performanti, offrendo uno sfasamento superiore.

Chiaramente molto dipende dalle caratteristiche delle specifiche pareti come il tipo di pannelli impiegati (materiali, densità), dagli spessori e dalla stratificazione.
Si può certamente affermare che entrambe le strutture siano consigliabili per la zona specifica di intervento e che la scelta debba essere basata su molteplici fattori, non ultimo il prezzo.
Qualora i valori termici siano vicini tra loro, l’affidabilità garantita dell’azienda di case in legno mi sembra peraltro un aspetto ben più importante della trasmittanza.
Reperire dati approfonditi sulle case in legno a basso consumo non è sempre facile, poiché gran parte del materiale è costituito da informazioni commerciali.
Per chi si avvicina alle case prefabbricate consiglio infine la lettura del mio libro “Guida alle case di legno” acquistabile nelle librerie od ordinabile direttamente sul sito dell’editore Terra Nuova Edizioni.

12 Commenti

  1. Avatar
    Anonymous maggio 28, 2012

    ma perche ci son gli articoli vecchi mescolati e pubblicati con data piu recente ?!?!?
    blog abbandonato?

  2. Avatar
    ARCH. PAOLO CRIVELLARO maggio 28, 2012

    Qualche vecchio post è stato riproposto, poichè le statistiche indicano che non vi sono praticamente visualizzazioni, mentre il contenuto è assolutamente attuale.
    Il commento mi sembra però non pertinente, trattandosi in questo caso di una articolo appena pubblicato.

  3. Avatar
    Case in legno luglio 06, 2012

    Decisamente meglio le case a telaio, molto piu sicure per il fattore antisismico e piu performanti in termini di trasmittanza termica. Vi consiglio le case a telaio di URBAN GREEN che offre ottime soluzioni e un ottimo rapporto qualità/prezzo

  4. Avatar
    Claudio Cristofori maggio 31, 2013

    Il nostro progetto per un piccolo condominio in legno per 7 appartamenti è quasi ultimato e fra poco inizieremo a chiedere preventivi alle ditte di case in legno. L’ingegnere strutturista ci ha consigliato di costruire in x-lam perché per un condominio è più solido, ma i prezzi in x-lam ci sembrano un po’ più alti. Ci stiamo chiedendo se è vero che nel sistema a telaio si va incontro a deterioramento dei materiali di tamponamento e se è vero che questi possono andare incontro a muffe, batteri, sfaldamento, ecc… Vorrei un parere super-partes solo dall’architetto Crivellaro e da persone che hanno acquistato, NO DITTE (ad es. Urban Green, che ha fatto una pessima figura). Grazie!

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *