IMPRESE DI COSTRUZIONI ED EDIFICI IN LEGNO

IMPRESE DI COSTRUZIONI ED EDIFICI IN LEGNO

LE CASE PREFABBRICATE IN LEGNO, VORREI CHE FOSSE CHIARO, RESTANO UN’ALTERNATIVA COSTRUTTIVA E NON RITENGO CHE POTRANNO SOSTITUIRE GLI EDIFICI TRADIZIONALI IN MURATURA, MA POSSONO IN MOLTI CASI, SOPRATTUTTO NEL CAMPO DEI PICCOLI EDIFICI RESIDENZIALI, COSTITUIRE UNA SOLUZIONE CONVENIENTE ED EFFICACE, GRAZIE AL GRANDE ISOLAMENTO TERMICO INTRINSECO ALLA TECNOLOGIA DELLE CASE IN LEGNO.

Pubblico integralmente un breve scambio di vedute con un impresario un po’ contrariato per alcune mie affermazioni, per chiarire la mia posizione sull’argomento.


“… Appare evidente la sua ostilità nei confronti delle imprese di costruzioni tradizionali, ritengo a causa delle esperienze negative con alcune di esse.
Personalmente ho sempre offerto ai miei committenti un servizio di qualità a costi contenuti; semmai i maggiori problemi li ho riscontrati con gli architetti, a causa della poca attenzione verso la fase esecutiva.
In molti casi mi sono dovuto inventare di sana pianta le soluzioni costruttive in cantiere, senza mai vedere un dettaglio o poter parlare con i suoi colleghi, forse troppo impegnati per sporcarsi le scarpe”.


La mia non è una battaglia contro le imprese di costruzioni, ma piuttosto un servizio di divulgazione per le case prefabbricate in legno.
Si tratta di un settore nuovo e piuttosto sconosciuto, anche per le imprese ed i tecnici.
Ritengo sia corretto un confronto tra le case in legno e gli edifici tradizionali per porre in evidenza i pro e i contro dell’una e dell’altra tecnica costruttiva.
I molti articoli in cui si evidenziano i limiti delle case prefabbricate sono la prova che non intendo demonizzare le tecniche tradizionali per sostituirle sempre e comunque con le case prefabbricate, ma che è fondamentale distinguere i possibili campi di applicazione per scegliere con cognizione la tecnica costruttiva migliore.
Il cliente delle case prefabbricate richiede un basso consumo di energia, costruzione compiutamente ecologica, basse emissioni, costi e tempi certi, qualità garantita e certificata.
Ad oggi le imprese di costruzioni tradizionali non appaiono competitive rispetto a questi temi, se non a fronte di costi superiori.
Da tecnico progettista, ho grandi vantaggi a colloquiare con le ditte di case in legno, in quanto la fase esecutiva viene predisposta a priori senza incognite e scelte da cantiere e …. le mie scarpe ringraziano.


Le nuove normative hanno sollecitato anche noi impresari ad adottare tecniche costruttive a basso consumo, come l’adozione di mattoni alveolari, cappotti, tetti ventilati, serramenti isolati.
Le mie abitazioni sono ecologiche, poiché i costi dei materiali bioedili sono gli stessi di quelli, per così dire, inquinanti.
Piuttosto, ho avuto modo di visitare alcune case prefabbricate ed ho avuto una spiacevole sensazione di leggerezza, notando dei dettagli davvero poco gratificanti, soprattutto all’esterno dell’edificio”.


Le leggi in vigore stimolano le imprese ed i tecnici a migliorare gli edifici?
Benissimo.
Sul tradizionale si può e si deve fare molto.
Una maggiore preparazione e sensibilità dei soggetti interessati porterà a mio avviso ad un innalzamento qualitativo delle nuove costruzioni in muratura.
Restano gli scogli culturali ed economici e questo lo sa anche lei.
Costruire bene costa.
L’eliminazione dei ponti termici dall’edificio non è scontata e richiede una cura esecutiva che inizia sulla carta.
E’ evidente che i committenti hanno le loro responsabilità, richiedendo a tecnici ed imprese sforzi economici che inevitabilmente avranno una ricaduta sulle soluzioni invisibili dell’edificio.
Il ricorso a manodopera non specializzata resta comunque una costante che, al momento, non può essere dimenticata.
Le case prefabbricate in legno costituiscono una soluzione costruttiva che non richiede particolari accorgimenti, che funziona e permette di realizzare edifici isolati ed ecologici con una spesa certa e contenuta.

6 Commenti

  1. Avatar
    Patrick febbraio 11, 2010

    I appreciate this awesome real estate blog. Thanks
    Carbonell brickell key

  2. Avatar
    Gianni luglio 05, 2010

    Gentile architetto ritengo che le imprese “tradizionali” abbiano molta paura delle case prefabbricate in legno per una serie di motivi. Primo fra tutti l’ignoranza nel campo del risparmio energetico, che francamente dilaga anche fra i tecnici (pigri) che proprio non ne vogliono sapere di documentarsi. Poi credo dipenda anche dal timore di sparare al cliente un prezzo troppo differente dal solito. Faccio un esempio: se in una lottizzazione si può comperare un appartamento classico in condominio a 1200Euro/mq da scontare, l’impresa probabilmente ha sostenuto un costo di costruzione che non supera i 500-600 euro/mq. Se dovesse realizzare lo stesso edificio diciamo come quelli del progetto CASE in Abbruzzo, dovrebbe sostenere un costo di costruzione di almeno 1000 euro/mq e rivendere per lo meno a 1700-2000 euro/mq. Certamente i due edifici non avranno le stesse prestazioni, ma in questo momento storico l’impresa a chi li vende quegli appartamenti che costano il doppio di una normale casa? Intendiamoci, condivido appieno il risparmio energetico e l’uso in edilizia di materiali rispettosi dell’ambiente, sono anch’io un tecnico che porta avanti questa causa da molto tempo. Resta però l’annoso problema della domanda e della offerta a mio avviso. La maggior parte delle persone che hanno bisogno di una casa in questo momento non possono permettersela di classe A e nemmeno B o C. Nasce quindi disorientamento fra le imprese che costruiscono in maniera tradizionale e non vendono. Allora tentano con quelle a risparmio energetico, ma non le sanno realizzare e devono rivolgersi alle aziende prefabbricatrici che gli mangeranno una grossa fetta della torta. Oppure barano con il cliente fingendosi esperti di casa passiva ma in realtà hanno messo solo un pannello di polistirene da 3 cm tra i tamponamenti in laterizio. Sono tempi durissimi per noi tecnici e per le imprese. Forse per una volta il vento gira dalla parte del cliente (se fa attezione ai farabutti che girano, compresi molti fantomatici esperti di case in legno). Saluti e complimenti per il blog.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *