SCONSIGLIARE LE CASE PREFABBRICATE IN LEGNO

SCONSIGLIARE LE CASE PREFABBRICATE IN LEGNO

COSTRUIRE CASE IN LEGNO SI RIVELA NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI UNA SCELTA VINCENTE, MA NON SEMPRE LE CASE PREFABBRICATE POSSONO OPPORTUNAMENTE SOSTITUIRE ALTRE TECNICHE COSTRUTTIVE.

L’entusiasmo dei miei clienti per le case prefabbricate non di rado trova un inatteso ostacolo nel sottoscritto.

Ma come, Architetto, proprio lei che ha sempre decantato senza riserve i pregi delle case in legno?

In effetti la tecnica costruttiva delle case prefabbricate in legno, proprio perché possiede determinate caratteristiche, richiede che l’edificio rispetti in pieno alcuni concetti di fondo.
Una tipica situazione è un progetto non pensato per essere realizzato in legno.
Capita di frequente il cliente che ha già ottenuto la sua bella concessione edilizia e desidera un preventivo.
Il progetto dell’architetto, nel 99% dei casi, ha previsto una costruzione tradizionale in laterocemento, basata sull’impiego di pilastri in c.a., muri esterni in poroton con cappotto, tramezze in laterizio da 10 cm., con muri in pietra a vista, logge, rientri, sporti, enormi vetrate.
Il tutto basato su di una pianta estremamente “movimentata”, con poca o nulla attenzione all’orientamento.

Parlando di efficienza energetica degli involucri edilizi questa è senz’altro una situazione sfavorevole, che fa crescere proporzionalmente i costi a causa delle “inutili” complessità costruttive.

Un’altra circostanza frequente è la richiesta di picase prefabbricate, case in legnoccole o piccolissime case prefabbricate.
In questo caso molte aziende non sono interessate a costruire questi edifici po
nendo il vincolo di una superficie coperta minima di almeno 60-70 mq.
La ragione è che ogni costruzione è gravata da molti costi fissi che rendono il costo della piccola abitazione fuori mercato.
Per essere più chiari, il costo al mq è inversamente proporzionale alla superficie dell’intervento e diventa eccessivo sotto una certa soglia.

Architetto, ma quanto costano queste belle case prefabbricate?

Ebbene, dipende soprattutto dalla grandezza, ancora più che dalle finiture e dall’impiantistica.
Sparare una cifra indicativa come 1.300 €/mq significa poco o nulla se il cliente non ha chiarito le proprie esigenze.
Gli interventi in tecnica mista sono quasi sempre poco graditi a chi costruisce case prefabbricate.
Presenza di vincoli come ascensori o muri esistenti da mantenere possono essere aggirati non senza difficoltà, ma non pretendiamo di far coesistere strutture in cemento armato o laterizio all’interno di queste case in legno.
In questo caso l’unico approccio accettabile è quello della costruzione di legno in opera, senz’altro più flessibile della prefabbricazione (ma scordiamoci certe prestazioni energetiche).


Infine ecco l’ultima categoria, purtroppo anche la più diffusa.

Ho un grande rispetto per chi deve fare i conti con un budget limitato, ma prendere lucciole per lanterne non è sempre giustificabile.
Le case prefabbricate in legno costano almeno quanto quelle tradizionali.
Si tratta di un prezzo equo e ampiamente legittimato dall’alto isolamento termico che consente grandi economie negli anni sulle bollette di luce e gas.
Tuttavia non conosco nessun produttore che costruisca case prefabbricate ecologiche a risparmio energetico a prezzi irrisori.

O meglio, si trovano sul mercato molte ditte di case prefabbricate che offrono “casette” in legno a prezzi bassi spacciate più o meno in buona fede per case in legno a basso consumo (e vorrei evitare di parlare delle famigerate “case su ruote”).

Si tratta, spero sia chiaro, di “qualcos’altro” rispetto all’oggetto di questo blog, poiché sotto certe cifre non è oggettivamente possibile scendere.
Un buon rapporto qualità/prezzo è sempre auspicabile, ma non abbiate la pretesa di acquistare per cifre a soli 4 zeri una villetta singola a basso consumo realizzata in bioedilizia.
La qualità costruttiva, certificata e garantita dalle ditte serie del settore, unitamente all’adozione di sistemi costruttivi collaudati e condivisi da parte dei maggiori produttori porta i prezzi ad essere piuttosto livellati in una precisa fascia di prezzo.
Una progettazione accorta e scelte intelligenti consentiranno comunque notevoli risparmi senza compromessi qualitativi, ma ritengo molto arduo abbinare una realizzazione affidabile ed efficiente ad un costo inferiore a 1.000 €/mq “chiavi in mano” per le case prefabbricate.

4 Commenti

  1. Avatar
    mario luglio 20, 2010

    Salve, vorrei capire per quale motivo si parla di Case Prefabbricate esclusivamente con struttura in legno, scartando a priori le strutture con telaio in acciaio zincato che, secondo il mio modesto avviso, sono da considerare, a parità di classe energetica, migliori delle suddette. Grazie .

  2. Avatar
    Anonymous ottobre 10, 2011

    SALVE, VORREI SAPERE SE LEI SA INDICARMI A QUALE DITTA PèOSSO FARE RIFERIMENTO PER LA COSTRUZIONE DI UNA CASA IN LEGNO. IO ABITO IN ZONA tREVISO. IL MIO CONTATTO è MEZZISTORICI@GMAIL.COM GRAZIE

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *