Architetto Paolo Crivellaro
Il Blog
Dell'Architetto
Paolo Crivellaro
ESPERTO IN BIOEDILIZIA
POCHI SOLDI PER IL SOGNO DI UNA CASA IN LEGNO PREFABBRICATA

POCHI SOLDI PER IL SOGNO DI UNA CASA IN LEGNO PREFABBRICATA

I PREZZI MEDI CHIAVI IN MANO PER UNA VILLETTA PREFABBRICATA IN LEGNO OSCILLANO TRA 1.400 E 1.600 € AL MQ. A PARTE TERRENO, PROFESSIONISTI, ONERI, PLATEA E ALLACCIAMENTI

Buongiorno Architetto Crivellaro, non vorrei disturbarla, ma Lei mi sembra molto gentile e disponibile quindi ci provo.
Sono una ragazza di quasi 30 anni e da poco ho deciso di muovermi per acquistare casa, nella mia ricerca di informazioni ho scoperto le “case prefabbricate in legno”, me ne sono innamorata, purtroppo non ho nessun tipo di esperienza nel settore e vorrei capire se ho davvero una possibilità di farcela o se deve rimanere un sogno. Le chiedo quindi con un budget massimo di 180.000 euro c’è la possibilità di riuscire sia ad acquistare il terreno che a costruire una bella casetta? (se si, può darmi qualche esempio?) conviene o è meglio puntare su altro? Per il resto, qualsiasi informazione è ben accetta. La ringrazio in anticipo se mi risponderà, saluti!

Salve e complimenti, ero indeciso se scriverLe dato che credo di conoscere già la risposta avendo letto alcuni Suoi articoli in cui rispondeva a domande simili, ma ci provo lo stesso, non si sa mai (……). Il budget di spesa mio e di mia moglie è di circa 200.000 per terreno e casa. So che è basso e che serve per pagare i tecnici (ma quanto chiedete……), il comune ed ovviamente la casa in legno.
Abbiamo trovato un paio di lotti edificabili a circa 50.000 €, ma poi ci sono le spese per Iva, atto notarile, agenzia immobiliare, saranno circa 65.000 €. Restano 135.000 € per tutto, secondo lei abbiamo qualche possibilità, magari interpellando qualche ditta dell’est???? Grazie.


In questi 10 anni di vita della “Guida alle case prefabbricate“, ho pubblicato molti articoli specifici in merito ai costi reali di costruzione di un edificio in legno a basso consumo energetico. Tenuto conto dei necessari aggiornamenti degli importi (che negli anni passati erano inferiori), ritengo che i contenuti di questi post restino attuali. In particolare vorrei ribadire che la costruzione della casa in legno vera e propria è solamente una delle voci da considerare (sebbene sia la più importante), in quanto ad essa si dovranno sommare alcuni costi accessori.
Ho voluto rispondere contestualmente alle richieste dei lettori, in quanto in entrambi i casi non è presente un terreno edificabile, ovviamente necessario per realizzare una casa prefabbricata in legno. I prezzi dei lotti variano sensibilmente da regione a regione, ma difficilmente si riesce a contenere la spesa sotto i 50-60.000 € nei casi migliori. Mediamente è difficile spendere meno di 100.000 € e spesso su tale importo gravano la provvigione da versare all’agenzia immobilare, il rogito notarile, le imposte di legge, oltre all’aliquota IVA che, nel caso di acquisto da impresa, è del 22%!!!

Oltre a ciò, vanno incaricati e pagati i tecnici, la cui funzione è definita per legge. Ogni professionista assolve un ruolo fondamentale per la buona riuscita del lavoro, a partire dal progettista dell’opera (che quasi sempre ricoprirà il ruolo di direttore dei lavori generale). A questa figura si dovranno affiancare il progettista e direttore lavori delle strutture, il collaudatore statico, il coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, il termotecnico, l’acustico, il geologo e il certificatore energetico. La spesa complessiva difficilmente sarà inferiore a 20-25.000 €, a cui andrà sommata un’aliquota IVA pari al 22% (anche per “prima casa”).
L’autorizzazione comunale del progetto (il cosiddetto “Permesso di Costruire”) viene rilasciato a titolo oneroso, in quanto è previsto il versamento di alcuni contributi, quali il “costo di costruzione” e gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria, oltre a bolli e diritti di segreteria (ed eventuali monetizzazioni). La spesa può partire da 3-4.000 €, ma non è difficile arrivare a 15.000 € in base al luogo di costruzione ed alle caratteristiche dell’edificio.

Le case in legno sono costruzioni a carattere permanente, a prescindere dal sistema costruttivo adottato (pareti intelaiate o pannelli xlam). Vanno pertanto montate ed ancorate su platea di fondazione (o scantinato) in cemento armato. Una platea correttamente concepita e dimensionata per scaricare in fondazione i carichi dell’edificio in legno, con caratteristiche antisismiche ed in grado di evitare risalite di umidità dal terreno è un opera importante il cui costo si aggira intorno a 15-20.000 €. Si dovranno inoltre prevedere i collegamenti a reti e sottoservizi per lo smaltimento delle acque meteoriche, fognatura, allacciamenti per energia elettrica, telefono, acquedotto e gas (se previsto), oltre a marciapiedi e percorsi, movimenti terra, sistemazioni esterne, muretti, cancelli e recinzioni. Questi lavori (genericamente inquadrabili come “opere da impresa“) possono complessivamente incidere per ulteriori 40-50.000 €.
Riassumendo, le parcelle dei tecnici (25.000 €), gli oneri comunali (10.000 €), le opere da impresa (45.000 €), facendo riferimento ad un’ipotesi assolutamente realistica di una villetta di medie dimensionj, comporteranno un esborso di circa 80.000 €, da sommare al costo del terreno.
Anche ottimizzando gli importi, resta evidentemente poco margine per contenere la spesa globale sotto i 200.000 €.

Vuoi votarlo ?
Immobilgreen.it: oltre 500 modelli di Case prefabbricate in Legno a Catalogo. Richiedi prezzo di costruzione delle case in bioedilizia

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *


chiudi