Architetto Paolo Crivellaro
Il Blog
Dell'Architetto
Paolo Crivellaro
ESPERTO IN BIOEDILIZIA
CASE A BASSO CONSUMO IN ACCIAIO

CASE A BASSO CONSUMO IN ACCIAIO

LA GUIDA ALLE CASE PREFABBRICATE SI OCCUPA DAL 2008 DI DIVULGARE I SISTEMI COSTRUTTIVI ISOLATI IN LEGNO, PUR TRATTANDO SPORADICAMENTE QUALCHE SOLUZIONE STRUTTURALE ALTERNATIVA

Buongiorno, è da diverso tempo che seguo il suo blog sulle case in legno trovando molto utile l’informazione che lei fa su questo tipo di tecnologia.
Vorrei costruire casa nella provincia di Piacenza e nonostante fossi indirizzato verso la costruzione di una casa in legno ultimamente mi è stato proposto una costruzione in acciaio zincato cold formed steel.
Volevo chiederle se era possibile avere qualche informazione da parte sua su questa tipologia di costruzione definendo eventualmente pregi e difetti, grazie mille se vorrà rispondermi.


La mia esperienza di progettista di case prefabbricate in legno ha recentemente superato i 10 anni (con un background precedente di architetto “tradizionale”). In questo periodo ho auto la fortuna di concretizzare una quarantina di realizzazioni, prevalentemente in ambito residenziale, appoggiandomi tanto a ditte industriali di grandi dimensioni, quanto a realtà locali medio-piccole, costruendo sia a telaio che in xlam, un po’ in tutto il nord Italia.
Probabilmente mi potrei definire un “esperto” di case in legno, pur non avendo alle spalle un curriculum accademico. Non posso però affermare altrettanto per quanto riguarda il settore delle costruzioni in acciaio, che non mi competono, soprattutto in ambito residenziale.
Cercherò comunque di sviluppare qualche considerazione, con tutti i limiti di una conoscenza indiretta della materia.

Questo sistema costruttivo (traducibile con “acciaio formato a freddo”) non è attualmente molto diffuso in Italia in ambito residenziale di medio-piccole dimensioni, mentre è abbastanza conosciuto negli Stati Uniti e nei paesi scandinavi. Al pari del legno esistono alcune variazioni, ma la soluzione maggiormente utilizzata n ambito abitativo è quella a struttura intelaiata, in quanto la più veloce e semplice, in quanto impiega elementi di dimensioni abbastanza ridotte e non troppo pesanti.
Gli elementi portanti vengono ancorati (ancora una volta come per le case in legno) ad una platea in cemento armato. I tamponamenti sono leggeri ed isolati, spesso costituiti da una base di appoggio a pannelli in legno o fibrogesso, con cappotto esterno. E’ possibile raggiungere in questo modo prestazioni energetiche di rilievo.

Le strutture in acciaio formate a freddo sono abbastanza leggere, assai resistenti ed elastiche. Per questo motivo si prestano ottimamente a costruire in zone ad elevato rischio sismico.
Rispetto al legno l’acciaio non teme l’umidità, e consente una maggiore flessibilità progettuale, in quanto può coprire luci maggiori e limita la presenza di setti e pareti portanti interne.
In ambito puramente residenziale, soprattutto per la realizzazione di edifici sino a 3 piani, il legno resta una soluzione economica e collaudata, con il vantaggio di essere un materiale naturalmente isolato (al contrario dell’acciaio, che è uno dei migliori conduttori). I costi dell’acciaio sono inoltre inevitabilmente superiori al legno ed alla muratura.
La crescente diffusione delle case prefabbricate in legno ha ampliato tantissimo l’offerta reperibile sul mercato, mentre la stessa cosa non si può dire per l’acciaio. Quest’ultimo, al pari del legno è totalmente riciclabile, pur richiedendo una grande quantità di energia per la sua produzione (con conseguenti alti costi ambientali).

Vuoi votarlo ?
Immobilgreen.it: oltre 500 modelli di Case prefabbricate in Legno a Catalogo. Richiedi prezzo di costruzione delle case in bioedilizia

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *