UNA PARETE ALTERNATIVA PER UNA CASA A BASSO CONSUMO

UNA PARETE ALTERNATIVA PER UNA CASA A BASSO CONSUMO

LE COLLAUDATE SOLUZIONI TECNICO-COSTRUTTIVE PRESENTI SUL MERCATO ITALIANO DELLE CASE PREFABBRICATE IN LEGNO (TELAIO ED XLAM IN PRIMIS) SONO IN GRADO DI SODDISFARE EFFICACEMENTE LA MAGGIOR PARTE DELLE ESIGENZE.

Buonasera, sono di Viterbo -Lazio nord- e siamo in procinto di costruire la nostra villa monofamiliare di 110 mq con mansarda. Abbiamo optato per il legno per tutta una serie di motivi più comuni che si conoscono. L’ indecisione che stiamo avendo a riguardo è in merito al tipo di parete da scegliere (nel senso se l’xlam o il telaio).
Stamani abbiamo parlato con il proprietario di una ditta che ha utilizzato per anni le costruzioni in xlam, ma si è da poco affacciato ad un nuovo tipo di “parete” così composto:
-18 mm pannello legno/cemento con prima stuccatura ed intonaco;
-300
mm intelaiatura in legno multistrato con interposto isolante fibra di legno;
-50 mm listello di legno per passaggio impianti;
-18 mm pannello legno/cemento con prima stuccatura.
Per un totale di 40 cm di parete ed una trasmittenza globale termica pari allo 0,13 ad un ottimo (credo) prezzo.
Lei, per la sua esperienza , ci consiglierebbe questo tipo di parete? Mi sembra povera di elementi… (ma sostanziosi??) … cosa ne pensa?? Grazie in anticipo per la sua cortese risposta.


Il settore delle costruzioni alternative alla tradizionale muratura è in rapida e costante crescita, sempre più attrezzato per venire incontro alle moderne esigenze abitative che richiedono edifici ecosostenibili, termoacusticamente comfortevoli ed in grado di risparmiare energia termica.
Da anni mi occupo professionalmente di progettare e realizzare case in legno a basso consumo di energia (non in proprio, ma appoggiandomi a costruttori esterni validi e certificati). Atttraverso questo sito cerco dal 2008 di divulgare nel nostro paese la cultura e la conoscenza dei principali sistemi lignei reperibili nel nostro paese, finalizzati ad edificare immobili isolati, sicuri e durevoli.
Ho recentemente effettuato un sondaggio tra i clienti del mio studio verificando un’equa ripartizione tra pareti prefabbricate intelaiate e pannelli xlam.
Come tecnico sono sempre interessato ad approfondire nuove soluzioni, innovazioni tecniche, materiali alternativi, ma ho il dovere di evitare sperimentazioni sulla pelle dei miei committenti.

Molte presunte “novità” presenti sul mercato hanno finaalità prevalentemente commerciali ed hanno lo scopo di distinguere la ditta proponente dalle altre aziende concorrenti. Quasi sempre si tratta di pareti ibride e variazioni sul tema, pur non mancando soluzioni valide e performanti.
In questo caso siamo di fronte ad un “telaione” (30 cm di spessore strutturale) riempito di fibra di legno, con un vano impiantistico sul lato interno. I pannelli di chiusura su entrambi i lati sono in legno/cemento, con la particolarità che ….. manca il cappotto esterno. Non è necessariamente un male, in quanto dovrebbe essere garantita una corretta inerzia termica estiva, grazie ai 30 cm di fibra di legno.
Questa parete sembra una variazione sul tema SIPS -pannelli isolati strutturali, da me trattati velocemente in un vecchio articolo. Personalmente sono molto interessato a queste soluzioni che hanno il vantaggio della velocità di montaggio, con costi generalmente inferiori al telaio classico. Non a caso si tratta di sistemi molto diffusi nei paesi anglosassoni, mentre sono praticamente assenti nel nostro paese, almeno al momento.

Villette e Case in Legno: Costuttori, Catalogo Modelli e Prezzi

1 Commento

  1. Avatar
    Chiara aprile 19, 2017

    Mille grazie per la cortese risposta… ma perciò mi sta dicendo che sarebbe una buona soluzione da poter tenere in considerazione??? Una parete del genere garantirebbe i normali valori antisismici caratteristici di queste case in legno??? E la penetrazione dell’acqua esternamente è garantita con questo tipo di copertura -legno cemento – o necessita di altro strato di materiale per essere efficiente??

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *