COSTRUTTORI, BANCHE E CERTIFICAZIONI

COSTRUTTORI, BANCHE E CERTIFICAZIONI

MOLTE AZIENDE DI CASE PREFABBRICATE IN LEGNO A BASSO CONSUMO SONO CERTIFICATE ARCA O CASACLIMA. QUANTO QUESTE CERTIFICAZIONI CONTANO REALMENTE AL FINE DELL’OTTENIMENTO DI UN FINANZIAMENTO?

Gent.mo Architetto, ho un progetto esecutivo ma il costruttore non dispone della certificazione CasaClima Bolzano o istituto equivalente (in questi giorni ha fatto richiesta). La mia banca per la delibera del mutuo richiede quanto citato.
Se il costruttore non ottiene il certificato, per sua esperienza, quale banca non lo richiede?
Comprendo che sia anche una garanzia per il committente ma bisogna pur ammettere che la maggior parte delle ditte anche serie non sono iscritte a questi istituti. La ringrazio.


Sino a pochissimi anni fa, molte banche italiane erano estremamente restie a concedere mutui immobiliari, anche per prime case, a maggior ragione se la costruzione era in legno. Era pertanto necessario rivolgersi a parecchi istituti di credito prima di trovare un’offerta adeguata per tassi e tempi di ammortamento.
Nel passato più remoto (ma non troppo) la situazione era radicalmente diversa ed i mutui erano deliberati praticamente a chiunque, senza particolari garanzie.
Fortunatamente le case in legno sono sempre più diffuse in Italia e concetti come risparmio energetico, bioedilizia, sostenibilità, costituiscono un valore aggiunto che esalta la qualità dell’immobile. L’esperienza quotidiana del mio studio di progettazione conferma che, qualora sussistano le condizioni minime di solvibilità del committente, il mutuo viene concesso senza troppi problemi da parte della banca.

In molti casi (giustamente) l’istituto richiede informazioni in merito all’azienda costruttrice, dato che non tutte le ditte offrono le medesime garanzie al cliente. Ovviamente se ci si rivolge a nomi conosciuti, difficilmente vengono sollevati problemi da parte della banca. Questi costruttori, oltre a fornire assolute certezze sotto il profilo della competenza e della solidità economica, possono esibire referenze e certificazioni di alto profilo, a garanzia della qualità del prodotto.
Il protocollo di certificazione S.A.L.E. (Sistema Affidabilità Legno Edilizia) nasce da un accordo tra alcune associazioni dei costruttori di case prefabbricate in legno ed istituti di credito (come il Gruppo Banco Popolare ed Intesa – San Paolo) ed assicurativi (Zurich ed Unipol-SAI) per agevolare la diffusione di questi sistemi costruttivi nel nostro paese. Costruire la propria casa in legno con un azienda certificata S.A.L.E. può dare accesso a mutui agevolati e premi assicurativi inferiori gli immobili in muratura.

Ritengo non obbligatorio, ma comunque un evidente vantaggio per il cliente (e per la banca), rivolgersi a ditte costruttrici in grado di esibire certificazioni e marchi di qualità, in particolare ARCA, ma anche CasaClima, Passivhaus, CE, ETA, RAL. Le aziende di dimensioni medio-piccole possono essere valutate anche da questo punto di vista, in quanto la presenza di alcune di queste certificazioni è certamente indice di un percorso preciso finalizzato al raggiungimento di standard qualitativi elevati.
Il mercato delle case in legno a risparmio energetico è assai disomogeneo e ricco di proposte tecnico-commerciali, non sempre semplici da valutare.
Il mio consiglio resta sempre quello di indirizzarsi verso soggetti che offrano adeguate garanzie, dando il giusto peso a referenze ed attestazioni esterne realmente autorevoli.

Villette e Case in Legno: Costuttori, Catalogo Modelli e Prezzi

1 Commento

  1. Avatar
    diana dicembre 07, 2016

    Per esperienza personale posso aggiungere che anche i grandi nomi non sempre danno garanzie adeguate.

Fare clic qui per annullare la risposta.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *