L’EFFICIENZA DELLA VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

L’EFFICIENZA DELLA VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

I MODERNI IMPIANTI DI VMC SONO PROGETTATI SPECIFICATAMENTE PER ESSERE INSTALLATI NELLE ABITAZIONI E SI DIFFERENZIANO PER MOLTI VERSI DALLE VENTILAZIONI PRESENTI NEGLI EDIFICI PUBBLICI O AD USO COLLETTIVO.

Buonasera. Sempre se possibile le chiedo un suggerimento.
Casa nuova…siamo quasi alla fine lavori; ieri pomeriggio hanno acceso la VMC.
Il fornitore dell’impianto ha controllato la funzionalità apponendo la mano davanti alle bocchette…..!!!!! È veramente questo il modo x controllare la corretta installazione e l’efficacia del sistema? Non vorrei un soprammobile………Grazie mille.

Salve Architetto. Siamo in fase di chiusura del contratto per costruire casa nostra con una ditta italiana abbastanza nota – non faccio nomi….. A breve è fissata la campionatura e ci siamo riservati di decidere la ventilazione o meno, visto il prezzo non proprio a buon mercato.
La domanda è: lo ritiene un impianto indispensabile o possiamo essere certi di vivere bene anche senza. In fondo abbiamo scelto il legno per la costruzione naturale e per la traspirabilità. Grazie.


La ventilazione meccanica controllata è un impianto spesso presente nelle case prefabbricate in legno, in quanto garantisce un ricambio efficace dell’aria viziata presente nell’alloggio, con una perdita di energia molto ridotta.
L’arieggiamento naturale degli ambienti mediante apertura di finestre è necessario per garantire una qualità accettabile dell’aria (non solo nelle case in legno), a maggior ragione in presenza di un involucro edilizio a ragguardevole tenuta, non essendo presenti punti di fuga e spifferi come nelle costruzioni male isolate.
I ricambi d’aria comportano inevitabili dispersioni di calore che possono essere evitate con un impianto di VMC. Ma non solo.

Le moderne ventilazioni meccaniche possono garantire un trattamento dell’aria che può agire sulla temperatura e sul tasso di umidità, pur non potendo la VMC sostituire un impianto di riscaldamento / raffrescamento completo o dedicato alla deumidificazione, a causa della potenza generalmente limitata della macchina.
Per il funzionamento dell’impianto di ventilazione rimando ad altri articoli dedicati all’argomento.
Venendo alle domande dei lettori, il flusso di aria immessa negli ambienti è ovviamente percepibile avvicinando una mano alla bocchetta. Il metodo utilizzato dal fornitore per verificare se l’impianto è in esercizio è pertanto un po’ rozzo, ma efficace. Si tratta comunque di aria a bassa velocità che non origina correnti ne rumori.
Al contrario, le VMC installate dei locali ad uso collettivo richiedono portate maggiori che potrebbero essere percepite soprattutto durante la notte in un’abitazione privata a causa del rumore (minimo, ma costantemente presente).

Venendo al punto principale, la ventilazione meccanica controllata è indispensabile negli involucri isolati e a tenuta d’aria come le case prefabbricate in legno? Si e no.
I vantaggi sono stati ampiamente descritti, ma va sempre messa in conto una spesa non indifferente (vicina ai 10.000 € per alloggio), considerando che si tratta di un impianto che va realizzato contestualmente all’edificio a causa della sua complessità.
E’ però importante comprenderne il funzionamento, in quanto il massimo dell’efficacia si ottiene nei mesi caratterizzati dalle temperature più estreme, quando l’apertura manuale delle finestre comporta perdite di calore d’inverno o surriscaldamento degli ambienti in estate (e magari ingresso di mosche, cimici e zanzare).
Se i proprietari dell’immobile preferiscono affidarsi (per abitudine) alla tradizionale ventilazione manuale, la VMC non risulta indispensabile e si può sicuramente risparmiare una bella cifra, in caso contrario si potrà contare su un impianto in grado di pulire costantemente l’aria degli ambienti, senza dispersioni di calore (o quasi).

 

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *