RISTRUTTURARE IN LEGNO E LATERIZIO

RISTRUTTURARE IN LEGNO E LATERIZIO

LE TECNICHE COSTRUTTIVE BASATE SULL’IMPIEGO DEL LEGNO STRUTTURALE PRESENTANO INNUMEREVOLI VANTAGGI, MENTRE MENO INTERESSANTI E DIFFUSI SONO I SISTEMI “MISTI” IN LEGNO E MURATURA.

Salve desideravo ristrutturare casa essendo in laterizio su area verde, ma chiedevo se posso impiegare il misto laterizio e legno e in che maniera posso ampliare e migliorare l’aspetto e la prestazione termica.
Quali richieste al Comune?
Mi serve una completa informazione su cosa posso fare grazie.


Una breve premessa è d’obbligo.
Ringrazio la lettrice per la fiducia, ma ribadisco che non assumo consulenze a distanza ed accetto solamente incarichi formali minimi di progettazione, sino al ritiro della concessione edilizia, ovviamente a ragionevole distanza.
Come sempre, rispondo volentieri sul blog alle vostre richieste, ma richiedo un minimo di approfondimento per poter inquadrare a fondo le reali problematiche.
Il quesito è peraltro un po’ fuori tema, nonchè abbastanza succinto, limitandosi sisnteticamente ad alcuni punti, pur richiedendo esplicitamente “una completa informazione su cosa è possibile fare“.

1. E’ possibile ristrutturare in legno e laterizio?
Tenderei ad evitarlo.
Una costruzione in muratura richiede di interventire coerentemente impiegando i molti strumenti a disposizione per migliorarne le prestazioni energetiche ed acustiche, nonchè il comfort microclimatico indoor (contropareti, cappotto termico, sostituzione degli infissi….).
Ovviamente il legno può essere preso in considerazione per la sostituzione di tetto e solai, ma solo in casi molto particolari per realizzare i tamponamenti esterni.

2. Come ampliare l’edificio?
Ampliamenti e (soprattutto) sopraelevazioni in legno consentono di intervenire a secco in breve tempo, con minime vibrazioni e carichi molto più leggeri rispetto al laterocemento.
In questi casi si tratta di una soluzione costruttiva molto indicata che consente elevate prestazioni energetiche per la nuova porzione abitativa.

3. Come migliorarne l’aspetto?
Le case prefabbricate in legno non possiedono una forma e risultano versatili ed adattabili.
L’unico limite risiede nel rispetto delle prescrizioni architettoniche locali e, ovviamente, nella fantasia del progettista.

4. Come aumentare la prestazione termica?
Le nuove porzioni, se realizzate in legno, presenteranno valori di isolamento termico molto spinto, mentre l’edificio esistente andrebbe adeguato di conseguenza, sostituendone gli infissi e migliorandone la coibentazione, isolando a cappotto le facciate e montando un nuovo pacchetto di copertura.

5. Quali l’iter autorizzativo?
Ci si deve prioritariamente rivolgere ai competenti uffici tecnici comunali per verificare l’iter e concordare le modalità di presentazione della pratica.
Ricordo che la ristrutturazione può godere dei benefici “Piano Casa, con sconto sugli oneri comunali e bonus volumetrici, a loro volta in funzione della classificazione energetica dell’immobile.
La spesa sostenuta (fatta eccezione per gli ampliamenti – equiparati a “nuova costruzione”) potrà essere parzialmente recuperata sfruttando le incentivazioni fiscali in materia di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica degli edifici, attualmente in vigore.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *