QUANDO RICHIEDERE IL PREVENTIVO DI UNA CASA DI LEGNO

QUANDO RICHIEDERE IL PREVENTIVO DI UNA CASA DI LEGNO

QUAL’E’ IL MOMENTO GIUSTO PER CONTATTARE LE AZIENDE COSTRUTTRICI PER DOMANDARE UN’OFFERTA ECONOMICA PER LA PROPRIA ABITAZIONE?

Abbiamo in mano alcune offerte economiche un po’ superate, poiché il nostro progetto attuale è abbastanza cambiato, in quanto la casa è più piccola e di forma più regolare (su suggerimento di un agente della XXXXXX).
Pertanto ci aspettiamo che i preventivi siano più bassi, ma di quanto?
Il progetto non è ancora stato presentato, in quanto il nostro geometra dovrà fare alcune modifiche richieste dal Comune; inoltre ci sono i Beni Ambientali e non so se a loro andrà tutto bene…..


Ho già ottenuto la Concessione Edilizia e non vorrei che le aziende che andrò a contattare vogliano modificare il progetto, in quanto l’Architetto mi ha prospettato circa 3.000 € per una variante, che ovviamente voglio evitare.
Tuttavia non ho nessuna idea di quanto si andrà a spendere; conosco solo i prezzi medi delle principali aziende di case prefabbricate in legno.


La programmazione economica dell’intervento è fondamentale per dimensionare correttamente il progetto e stabilire le caratteristiche della costruzione.
Il calcolo dei costi complessivi di costruzione è dato dalla somma di molte voci, che vanno sommate alla spesa per la realizzazione dell’edificio in legno vero e proprio.
Il tecnico (se già incaricato dal cliente) dovrebbe fornire tutto il supporto necessarie a determinare tale importo a partire dagli studi preliminari.
In assenza di un professionista (che andrà comunque individuato) si può contattare qualche ditta di case prefabbricate in legno per conoscere in anticipo i prezzi medi al metro quadro generalmente applicati per un edificio con le caratteristiche desiderate.
Il preventivo vero e proprio richiede la presenza di un progetto che non dovrebbe limitarsi ad una bozza di massima, quasi mai attendibile e difficilmente corrispondente con la versione finale.
Qual’è dunque il momento ideale per richiedere l’offerta alle ditte?
Prima o dopo l’approvazione del progetto?
Nella pratica le aziende (direttamente o tramite agente di zona) raccolgono un’ampia casistica di richieste dai propri potenziali clienti.

IL SOGNATORE
Non è mai presente un professionista incaricato, ma il progetto viene disegnato in proprio con qualche programma free scaricato dalla rete.
Stilare un’offerta comporta una perdita di tempo certa, ma può essere utile come allenamento nei periodi di “magra”.

IL DISTRIBUTORE DI VOLANTINI
Anche in questo caso la presenza di un tecnico non è la regola.
Compare spesso alle fiere del settore (anche da un anno all’altro), distribuendo il progetto a pioggia in ogni stand.
E’ un indeciso cronico che alla fine ripiega quasi sempre sulla muratura tradizionale.

LO SCHIZZO PRELIMINARE
Come detto, conoscere in anticipo i costi di una casa in legno è fondamentale e può evitare di superare il budget di partenza, permettendo di dimensionare correttamente il progetto.
Si deve essere consci che le aziende di case in legno non sono molto interessate a preparare offerte a vuoto, in quanto ogni preventivo comporta l’uso di risorse che vanno indirizzate verso i veri potenziali acquirenti.
Fornito in questa fase, il lavoro di calcolo rappresenta esclusivamente tempo perso, per cui all’inizio sarebbe opportuno richiedere delle semplici informazioni o, al massimo, dei prezzi indicativi.

LA CASA A CATALOGO
E’ il metodo più sicuro per conoscere il prezzo di un’abitazione in legno senza avere incaricato un professionista o possedere un progetto.
I listini sono chiari, completi ed è possibile conoscere i costi ai vari livelli di finitura.
Non tutte le aziende di case in legno offrono modelli a catalogo, ma possono rappresentare una buona soluzione per chi non ha esigenze particolari e vuole risparmiare.

POCO PRIMA DELLA PRESENTAZIONE
E’ il momento migliore per richiedere il preventivo, in quanto è sicuramente presente un progetto quasi definitivo, quotato e completo di piante, sezioni e prospetti, che rappresenta il punto di arrivo del lavoro condiviso di tecnico e committente.
E’ comunque ancora possibile apportare piccole modifiche per ottimizzare alcune soluzioni ed abbassare il prezzo della costruzione.

LA CONCESSIONE EDILIZIA
Un progetto già concessionato richiederà un adattamento più o meno importante, in base agli standard costruttivi della ditta, che non deve spaventare, ma rappresenta la prassi nella progettazione esecutiva di una casa in legno.
Anche questo è un buon momento per richiedere preventivi, ma può comportare uno slittamento delle tempistiche di un paio di mesi tra contatto con le ditte, invio del progetto, ricevimento del preventivo, incontri e messa a punto delle offerte, cernita e scelta della ditta con la firma del contratto.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *