IL VANTAGGIO DEI COSTI CERTI

IL VANTAGGIO DEI COSTI CERTI

COSTRUIRE UN’ABITAZIONE IN LEGNO COMPORTA UN ESBORSO ECONOMICO IMPORTANTE, PROBABILMENTE SUPERIORE AI PREZZI MEDI REPERIBILI SUL MERCATO IMMOBILIARE ESISTENTE.

Mi piacerebbe molto costruire una villetta prefabbricata, ma i prezzi che stiamo raccogliendo ci stanno demoralizzando in quanto andremo a spendere molto di più che non acquistare una casa già pronta.
Certamente sappiamo che saremo in classe D o E, se non peggio, ma almeno avremo la certezza di potercela fare.


In Trentino i terreni costano tantissimo e non restano molti soldi per costruire casa.
Secondo la sua esperienza sono sufficienti 180-200.000 per l’edificio, gli impianti e le finiture, la platea e tutte le altre spese? Grazie.


Il nostro budget non è limitatissimo e abbiamo la fortuna di possedere un terreno da poco edificabile in provincia di Varese.
Avendo 3 figli abbiamo l’esigenza di una casa abbastanza grande e non vorremmo superare un certo importo per evitare di accollarci un mutuo troppo pesante.
Anche per questo abbiamo pensato alle case prefabbricate, che mi pare abbiano il vantaggio di poter essere calcolate con precisione, o sbaglio?
Complimenti per il suo blog e la passione che ci mette.


Preventivazione e contrattualistica relative alla costruzione di un edificio in muratura tradizionale sono delegate al tecnico incaricato dal committente, che si occupa in prima persona della stesura del computo metrico estimativo, da fornire alle imprese edili che completeranno il calcolo inserendo i prezzi unitari relativi alle relative voci di lavorazione.
Nell’esperienza pratica, gli importi risultanti a consuntivo alla fine dei lavori difficilmente coincidono con quanto concordato nell’offerta iniziale, spesso a causa dell’incompletezza del calcolo rispetto a quanto effettivamente realizzato sul cantiere.
L’impresa non ha un particolare interesse a precisare l’effettivo dettaglio delle lavorazioni, trattandosi di un contratto “a misura” che non vincola il costruttore a rispettare un costo forfettario, limitandosi fondamentalmente ad esporre prezzi unitari.
Generalmente molte delle decisioni vengono prese in cantiere al committente, modificando ed integrando corposamente il computo.

Gran parte della responsabilità dei conteggi ricade tuttavia sul tecnico del cliente, che dovrebbe definire dettagliatamente ogni lavorazione e particolare costruttivo a priori, al fine di includere tutte le opere effettivamente previste in cantiere.
La costruzione di una casa prefabbricata in legno ad alto rendimento energetico segue un iter abbastanza diverso, in quanto è l’azienda costruttrice a fornire direttamente un’offerta, sulla base del livello di finitura richiesto e del capitolato desiderato dal cliente.
Anche il contratto è un documento standard che difficilmente può essere variato e tuttavia le garanzie a tutela dell’acquirente risultano significative, in quanto è interesse della ditta precisare nel dettaglio l’importo effettivo dei lavori.
Il preventivo può comunque variare rispetto al protocollo di campionatura, che fissa definitivamente il prezzo della costruzione per un lasso tempo di circa un anno.
Il livello chiavi in mano, in particolare, tutela l’acquirente che può pianificare (quasi) al centesimo l’esposizione finanziaria, tenendo conto delle altre voci di spesa da sommare al costo della casa prefabbricata vera e propria (oneri comunali, parcelle professionali, opere da impresa).

1 Commento

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *