SOGNARE UNA VILLETTA IN LEGNO

SOGNARE UNA VILLETTA IN LEGNO

UN AFFEZIONATO LETTORE MI PONE QUALCHE DOMANDA, NELLA SPERANZA CHE IN UN PROSSIMO FUTURO IL SUO SOGNO SI POSSA CONCRETIZZARE.

Buongiorno Architetto Crivellaro.
Seguo il suo sito dal 2008 ed ho letto tutti gli articoli, anche più volte.
Ho acquistato da tempo il suo libro, che ritengo ben fatto, anche se ripete un po’ quanto si trova scritto sul blog.
Siamo nel 2014 e continuo ad essere interessato alla costruzione di una casa prefabbricata, ma sono passati anni e siamo ancora alla ricerca.
I soldi sono pochi e forse resterà un bel sogno, chissa……

Se trovassi qualcosa di già realizzato, anche non troppo grande (siamo in due), mi accontenterei.
Sono stato per qualche giorno da amici in Austria in una casa prefabbricata e devo ammettere che si sta davvero bene (era inverno e non abbiamo mai avuto freddo, anche con i caloriferi quasi spenti).
Mi scuso per la lunga premessa, ma non le ho mai scritto e credo che qualche breve risposta ad un vecchio appassionato lettore sia quasi dovuta (con tutto il rispetto….).


Complimenti per la costanza e per l’affezionata lettura dei miei scritti.
Il mercato dell’usato non offre molti edifici in legno a basso consumo, ma la tendenza cambierà necessariamente i prossimi anni.


I prezzi dei costruttori più conosciuti (ho fatto ad inizio anno un giro alla Klimahouse di Bolzano) sono molto alti rispetto alle imprese del mattone.
Questo è un deterrente per chi ha due stipendi fissi come noi.


I prezzi delle case prefabbricate sono adeguati alle caratteristiche costruttive ed ai valori termici elevati che esprimono, grazie all’isolamento massiccio dell’involucro edilizio esterno.
Si può risparmiare parecchio scegliendo le proposte a catalogo o rivolgendosi a costruttori locali, che offrono soluzioni interessanti a prezzi vantaggiosi.


I terreni edificabili costano moltissimo e vanno aggiunte molte altre spese non sempre chiare.
Le banche che abbiamo interpellato sono restie a concederci oltre una certa cifra, rendendo di fatto impossibile anche il solo acquisto del lotto.


Purtroppo si tratta di un tasto assai dolente, in quanto ci deve essere una buona disponibilità economica per intraprendere la costruzione di una villa in legno.
Le banche di questi tempi non agevolano molto le situazioni “al limite” e si deve dialogare con una certa furbizia con gli istituti di credito, non sempre ben disposti verso ciò che non conoscono.


Saremmo i primi a costruire una casa prefabbricata nel nostro paese (in provincia di Ancona) e temiamo che, in caso di necessità, nessuno sia disposto ad acquistare la nostra casa.
Ovviamente sarebbe un investimento per la vita, ma non si sa mai……..


Resto convinto che il valore di una casa in legno in classe energetica A verrà riconosciuto dal mercato, non solo nei territori del nord Italia.
La tendenza è questa ed è una strada inevitabile, che è già stata imboccata dalle normative in tema di risparmio energetico delle costruzioni, a cui le case prefabbricate in legno hanno da decenni saputo offrire risposte certe e collaudate.

2 Commenti

  1. Avatar
    Gianni febbraio 17, 2014

    Salve,mi rivolgo all’autore dell’articolo:anche io sono delle Marche(Fermo) e anche io ho questo “sogno”e ho anche un terreno…io per ora non ho chiesto nessun preventivo,ma so che ci sono delle realtà anche nella nostra regione,una poi proprio in provincia di Ancona…non vorrei dire il nome!!!li hai sentiti loro?!?!dal sito sembra realizzino progetto interessanti;anche se danno una garanzia decennale,contro quella trentennale delle “note” aziende austro-tedesche!!!

  2. Avatar
    Admin febbraio 20, 2014

    Non ho ancora avuto il piacere di lavorare con questo costruttore, ma non mi farei influenzare molto dai commenti negativi, spesso non obiettivi.
    Contatti l’azienda, visiti qualche cantiere e, soprattutto, si faccia accompagnare da qualcuno di competente (se intende costruire casa ci sarà un tecnico…).

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *