GREZZO AVANZATO, IMPIANTI O CHIAVI IN MANO

GREZZO AVANZATO, IMPIANTI O CHIAVI IN MANO

ALCUNI COSTRUTTORI DI CASE IN LEGNO SI LIMITANO A FORNIRE LA STRUTTURA GREZZA E IL CLIENTE DEVE NECESSARIAMENTE COMPLETARE I LAVORI IN PROPRIO, MENTRE SONO MOLTE LE AZIENDE CHE OFFRONO SOLUZIONI COMPLETE CHIAVI IN MANO GARANTITE ANCHE SULLE FINITURE. 

Grazie alla lettura del suo libro e del blog, ho un’unica certezza: voglio costruire una casa in legno!!!!!
Il mio dubbio è il livello di finitura da scegliere, poiché la maggior parte delle ditte che ho interpellato (mi va benissimo una soluzione a catalogo) propongono il chiavi in mano, ma a prezzi abbastanza alti per le mie tasche.
Mi spaventa un po’ fare i lavori per conto mio, anche perché mi appoggerei comunque ad un ingegnere locale che è bene inserito in Comune, ma che non ha mai costruito una casa prefabbricata (viene come tutti dal cemento armato).


Praticamente tutti i vantaggi di una casa in legno a basso consumo sono conseguibili scegliendo un livello di finitura al grezzo avanzato, corrispondente ad una costruzione finita esternamente (con infissi, intonaco, pluviali, manto di copertura), con pareti interne montate (comprensive di isolamenti, cartongessi) e predisposizioni impiantistiche (da cui la definizione “avanzato”, ovvero oltre il semplice grezzo).
Affidare alla medesima impresa di case prefabbricate il completamento delle opere relative all’impiantistica presenta alcuni indubbi vantaggi.
Idraulico ed elettricista sono ditte collaborano continuativamente con l’azienda e dovrebbero possedere una certa esperienza con il sistema costruttivo e le caratteristiche tecniche degli edifici in legno, assicurando un lavoro eseguito a regola d’arte.

Un’eventuale problematica, come un perdita d’acqua in un bagno, andrà segnalata direttamente al costruttore e non ci saranno rimpalli di responsabilità tra chi monta la struttura e chi posa le tubazioni o i sanitari.
Il livello impianti comprende generalmente il massetto che ricopre le tubazioni a pavimento e le stuccature dei cartongessi, escluse le finiture.
Il completamento dell’edificio con pavimenti, rivestimenti, porte, pitture consente al cliente di determinare ogni aspetto dell’edificio in fase di campionatura, alleggerendo l’impegno, soprattutto nelle fase finale del cantiere, spesso faticoso a causa del protrarsi dei lavori e del desiderio di traslocare nella nuova abitazione.
Dal punto di vista tecnico si tratta di lavorazioni abbastanza semplici che potrebbero essere tranquillamente gestite mediante ditte locali e manodopera esterna.
Ovviamente, il principale limite dei livelli successivi al grezzo avanzato è l’inevitabile ricarico d’impresa sulle relative voci di spesa da parte della ditta di case in legno, con un sovrapprezzo approssimativamente pari al 20%.

La scelta del livello di finitura più adeguato dipende dal proprio personale obiettivo.
Molte persone si avvicinano alle case in legno per il basso consumo energetico e per la costruzione naturale, ma vogliono risparmiare sulle spese. In questo caso si può optare per il grezzo avanzato senza rinunciare ai benefici termici e bioclimatici.
Se si scelgono le case prefabbricate per i costi certi, le tempistiche veloci e la possibilità di affidare i lavori ad un unico costruttore che possa garantire l’edificio, magari per una durata trentennale (per quanto riguarda la struttura), converrà sostenere un certo sacrificio economico e prediligere un livello chiavi in mano senza sorprese.

2 Commenti

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *