CASE DI LEGNO ED ALLAGAMENTI

CASE DI LEGNO ED ALLAGAMENTI

L’ACQUA E’ IL PRINCIPALE NEMICO DEGLI EDIFICI IN LEGNO, DA NON SOTTOVALUTARE MAI, RICHIEDENDO UN’ATTENTA PROGETTAZIONE ESECUTIVA.
EVENTI ECCEZIONALI POSSONO ACCADERE E RAPPRESENTANO SICURAMENTE UNA PROBLEMATICA RILEVANTE PER QUESTE COSTRUZIONI.

Sto valutando la costruzione di una casa in legno, contattando diversi produttori.
Sto anche leggendo il suo libro, Guida alle case in legno.
Nel capitolo “Timori e pregiudizi…” parla del problema acqua, ma non affronta il tema delle inondazioni.
Visto che il terreno che ho acquistato si trova in zona di potenziale allagamento, volevo informazioni sull’argomento.


Questo blog è attivo da settembre 2008 e, con un po’ di pazienza, è possibile reperire articoli scritti nel passato, ma sempre attuali nei contenuti.
Questo sito non contiene news soggette a rapido invecchiamento, ma affronta temi e risponde a domande che mantengono inalterato l’interesse nel tempo.
La piccola casella di ricerca posizionata in alto a destra consente un’agevole ricerca attraverso parole chiave come “allagamento”, “inondazione”, “acqua”.
Verranno infatti visualizzati gli articoli più pertinenti, che generalmente hanno trattato gli argomenti in modo approfondito (grazie all’anzianità del blog) tra gli oltre 500 post pubblicati.

Se così non fosse, fatemelo sapere, utilizzando la form contatti e sarò ben lieto di colmare la lacuna.
L’argomento è certamente delicato e non può essere sottovalutato, proprio per le caratteristiche del legno che è un materiale che può deperire rapidamente a contatto con l’acqua.
L’allagamento è peraltro una delle condizioni peggiori in assoluto, trattandosi di acqua fangosa contenenti sostanze che accelerano il degrado delle strutture e che danneggiano gli isolamenti in modo irreversibile.
Va peraltro ricordato che si tratta di eventi eccezionali che possono colpire con effetti altrettanto gravi edifici in muratura.
La vicinanza a bacini fluviali o torrenti a rischio esondazione andrebbe considerata già in fase di acquisto del terreno, optando per siti più sicuri o in posizione leggermente sopraelevata.

Si tratta di un problema molto diffuso sul territorio italiano, con fenomeni ricorrenti nella stagione delle piogge, sempre meno sporadici negli ultimi anni.
L’unica possibilità di difenderci è di prevedere, già in fase di progettazione, una posizione della porzione in legno rialzata rispetto alla quota del terreno circostante.
Una casa in legno danneggiata non dovrebbe essere soggetta a demolizione integrale, ma è inevitabile un rifacimento pressoché completo delle pareti con sostituzione degli isolamenti, dei pannelli e dei cartongessi deteriorati, salvaguardando le strutture portanti.

1 Commento

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *