QUALE PERCORSO PER UNA SOPRAELEVAZIONE IN LEGNO?

QUALE PERCORSO PER UNA SOPRAELEVAZIONE IN LEGNO?

LE CASE DI LEGNO A BASSO CONSUMO ENERGETICO SI PRESTANO PARTICOLARMENTE PER SOPRAELEVARE EDIFICI ESISTENTI, GRAZIE ALLA NOTEVOLE LEGGEREZZA COMPLESSIVA DI QUESTO MATERIALE, CHE PRESENTA MOLTI VANTAGGI RISPETTO AI SISTEMI COSTRUTTIVI TRADIZIONALI.


Siamo una famiglia composta da 4 persone (con 2 bimbi piccoli) ed attualmente viviamo in una villetta costruita negli anni ‘30 in mura portanti della superficie di circa 80mq in provincia di Taranto e ci si presenta quindi l’urgente necessità di un ampliamento tramite sopraelevazione al fine di ricavare almeno 1 camera da letto ed un bagno.
Documentandoci, anche tramite il Suo interessante blog, saremmo indirizzati verso una struttura prefabbricata leggera magari in legno che possa poggiare sui muri portanti dell’abitazione sottostante.
Quale può essere un percorso utile a chiarirci le idee e trovare la soluzione più adatta a noi?
Qualche ditta potrebbe fare un sopralluogo?


Le sopraelevazioni in legno risultano molto vantaggiose, in quanto il carico permanente, generato dalle pareti e dalla copertura è inferiore rispetto ad una struttura in laterocemento, mentre i carichi accidentali non variano.
Questo comporta un peso minore gravante sulle murature e sulle fondazioni sottostanti, ma non esonera i tecnici da una attenta verifica statica nel rispetto della normativa vigente, soprattutto per gli edifici realizzati nei decenni passati, in particolare nelle zone del territorio a rischio sismico.

Un altro evidente beneficio è la costruzione a secco, che limita pericolose vibrazioni e sollecitazioni dinamiche sull’edificio esistente.
Il montaggio avviene velocemente in pochi giorni, con minori disagi per gli occupanti, assenza di polveri e rumori.
Restano chiaramente tutti i vantaggi termo-acustici delle case in legno a basso consumo, ampiamente descritti nei vari articoli del blog.
Una sopraelevazione in legno non richiede un approccio particolare rispetto a chi si appresta a realizzare una villetta.
Le aziende di case in legno forniscono un prezioso supporto informativo, di solito attraverso le figure commerciali di zona, sempre meno inquadrabili come semplici “venditori”, tecnicamente competenti e professionali.

In una prima fase può essere sufficiente rivolgersi agli agenti di qualche ditta per raccogliere utili informazioni rispetto alla fattibilità dell’intervento ed alle soluzioni costruttive più idonee da adottare.
A questo punto risulta comunque necessario rivolgersi ad un tecnico per effettuare le necessarie valutazioni strutturali e stendere un primo progetto.
Il progettista dovrebbe assecondare e dare forma concreta alla decisione di sopraelevare l’edificio esistente in legno, prendendo contatto diretto con le aziende costruttrici precedentemente interpellate e selezionate dal proprio committente per verificare gli aspetti tecnico-esecutivi più idonei e sostenere il cliente nella scelta finale.

2 Commenti

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *