MANUTENZIONE IDRAULICA DELLE CASE IN BIOEDILIZIA

MANUTENZIONE IDRAULICA DELLE CASE IN BIOEDILIZIA

AL PARI DEGLI EDIFICI IN MURATURA, ANCHE LE CASE A BASSO CONSUMO RICHIEDONO CURA E MANUTENZIONE, ORDINARIA E STRAORDINARIA.

Buongiorno, mi permetto di scriverle per porle alcune domande su un suo articolo.
Io e mia moglie ci stiamo informando per la costruzione della nostra casa in legno con una ditta tedesca.
Un dubbio che viene è proprio sulla manutenzione nel caso di lavori sulle tubazioni dell’acqua.
Lei dice che ci si dovrà rivolgere alla ditta costruttrice, ma nel caso in cui la ditta non dovesse esistere più , cosa si deve fare?
Immagino ci si possa rivolgere ad altre ditte che eseguono lavori simili, ma così facendo non si rischia di incorrere in costi supplementari?


I piccoli interventi di manutenzione e cura sono generalmente compito del committente in prima persona.
Molte aziende di case prefabbricate consegnano, contestualmente alle chiavi di casa, un libretto/manuale di istruzioni che illustra le procedure e programma le tempistiche di intervento sulle varie parti del fabbricato, come il lavaggio o la sostituzione regolare dei filtri della ventilazione meccanica controllata.
Anche gli elementi soggetti a degrado come le parti in legno esposte a vista andranno periodicamente riverniciate e trattate, senza necessità di ricorrere all’assistenza diretta del costruttore che ha montato l’edificio (ovviamente, in sicurezza).

Interventi più invasivi di manutenzione straordinaria o modifiche impiantistiche e distributive devono sempre essere affidate ad aziende specializzate nel settore del legno e, se possibile, alla ditta costruttrice originaria.
In questi casi può essere necessario tagliare le pareti, con manomissione degli isolanti, rimozione e ripristino delle eventuali barriere al vapore; tutte operazioni estremamente delicate che possono pregiudicare, se non correttamente eseguite, le future prestazioni energetiche dell’involucro edilizio o causare infiltrazioni di umidità all’interno della coibentazione termica, con tutte le conseguenze del caso.
La presenza di una controparete per gli impianti sulle murature perimetrali o per le tubazioni idrauliche (adduzioni e scarichi) può essere un buon vantaggio, preservando la struttura portante interna e i pannelli isolanti.
Nel corso della vita di un fabbricato, possono subentrare nuove esigenze funzionali, che richiedono l’abbattimento di qualche muro ed una ridistribuzione interna degli spazi.

Le case in legno possono essere modificate, ma richiedono qualche attenzione in più, soprattutto per le strutture a parete intelaiata (balloon frame).
La maggior parte delle pareti interne assolve una funzione portante o di controventamento ai fini antisismici, per cui l’eventuale rimozione deve essere sempre decisa da uno strutturista che avrà il compito di calcolare staticamente la nuova disposizione (non fatelo mai da soli!!!).
Infine, se la ditta costruttrice originaria non fosse più disponibile (in tempi di crisi, ipotesi non del tutto improbabile), la crescente diffusione delle case in legno sul territorio nazione rende abbastanza semplice il reperimento di ditte locali con una sufficiente esperienza.

1 Commento

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *