UN EDIFICIO IN LEGNO E LATERIZIO

UN EDIFICIO IN LEGNO E LATERIZIO

E’ POSSIBILE ABBINARE IL LEGNO AL LATERIZIO NELLE CASE PREFABBRICATE?
PER TRADIZIONE, NEL NOSTRO PAESE I DUE MATERIALI VENGONO UTILIZZATI FREQUENTEMENTE NELLE COSTRUZIONI.

Sono un appassionato dello stile rustico e dei classici casolari di campagna.

In famiglia abbiamo un terreno edificabile su cui stiamo pensando di edificare una casa a 2 piani più mansarda e da qualche anno sto approfondendo la mia conoscenza sulla bioedilizia e case a basso consumo.
Ciò che volevo chiederle è se nelle case prefabbricate in legno possono convivere senza problemi travi in legno e tavelle (credo si chiamino così), realizzando i classici solai dei vecchi casolari e anche il sottotetto e se si può usare intonaco in argilla.


Le case prefabbricate seguono un processo produttivo industriale, che prevede di escludere (quasi) del tutto elementi utilizzati comunemente negli edifici tradizionali.
Esclusi il cappotto, i massetti e i cartongessi, tutti gli elementi della costruzione sono in legno.
Non vengono impiegati elementi in muratura o in tecnica mista.

Tetto e solai, in particolare utilizzano una struttura in legno (massiccio o lamellare) ed assito, a sua volta ligneo, senza tavelle o tavelloni.
I tetti dei vecchi casolari, in molte zone di Italia, venivano realizzati con una struttura leggera in legno e tavelle in laterizio.

Si tratta di un sistema costruttivo non ammissibile con le case prefabbricate, anche se qualche piccolo costruttore potrebbe essere disponibile ad accontentare il cliente (eseguendo persino l’intonaco in argilla….).
I grossi produttori di case in legno seguono una filosofia produttiva assolutamente orientata alla standardizzazione degli elementi, peraltro vero punto di forza di queste strutture.
Un limite che va comunque confinato all’ambito delle costruzioni propriamente prefabbricate, poichè è sicuramente possibile ordinare solamente le pareti (isolate termicamente, a telaio o massicce) e completare la costruzione con elementi in muratura.
Chi acquista una casa prefabbricata a basso consumo, dovrà accettare serenamente questo limite, senza inutili frustrazioni, consapevole che le case in legno pretendono un progetto adeguato alle caratteristiche del materiale e scelte tecniche intelligenti e compatibili con il procedimento costruttivo.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *