RISTRUTTURARE E SOPRAELEVARE CON IL LEGNO

RISTRUTTURARE E SOPRAELEVARE CON IL LEGNO

UN ALTRO CASO PRATICO DI COME GLI EDIFICI IN LEGNO POSSANO COSTITUIRE UNA SOLUZIONE TECNICO-COSTRUTTIVA INTERESSANTE ANCHE IN CONTESTI TIPOLOGICI ALTERNATIVI ALLE “SOLITE” CASE A CATALOGO, COME RISTRUTTURAZIONI E SOPRAELEVAZIONI.

Mi sto accingendo a sopraelevare la villetta dei miei genitori anni ‘60 e interpellando varie ditte ho cominciato a verificare il problema della resistenza della struttura sottostante nel momento che si realizza un piano sopra (inoltre il costo che risulta è abbastanza alto) e mi sono cosi interessato alla possibilità di fare una sopraelevazione in legno per il minor carico sull’edificio esistente e forse per i costi.
L’area da sopraelevare sarebbe sui 100-110 mq, come prezzi siamo sui 300.000 €.


Mi è capitato recentemente di realizzare una villa unifamiliare da erigere su di un vecchio piano seminterrato degli anni ’60, con eccellenti risultati, oltretutto avvalendomi degli incrementi volumetrici del “piano casa”.
La maggiore leggerezza delle case in legno ha consentito di intervenire marginalmente sulle strutture esistenti, limitando la spesa da sostenere a carico del committente.
La tecnologia delle case prefabbricate è estremamente versatile e può trovare applicazione anche in ambiti edilizi differenziati, con notevoli benefici sotto l’aspetto energetico.
Ogni situazione va valutata caso per caso, poiché i vincoli specifici possono rendere poco conveniente o difficoltoso l’intervento in legno, soprattutto prefabbricato, a causa delle minime tolleranze in gioco.
Le vecchie costruzioni non sono quasi mai realizzate a piombo e le pareti ad angolo retto costituiscono vere e proprie eccezioni.
In questo caso si dovrebbe optare per quelle soluzioni costruttive in legno in opera, maggiormente flessibili ed adattabili, come nel caso della ricostruzione di una porzione di edificio tra due fabbricati esistenti.
Veniamo quindi alle domande del lettore:


Mi sa dare qualche riferimento dove documentarmi?


Il mio libro e gli articoli del blog sono già una prima, buona fonte di informazioni.
Per toccare con mano le case in legno, consiglio di visitare qualche fiera del settore e alcune realizzazioni (si possono contattare alcune aziende per sapere se ci sono edifici prefabbricati in zona).


Su materiali, ditte e quanto concerne la ristrutturazione ci sono degli esempi che potrei visualizzare e qualche specifica su costi e realizzazioni?


La ristrutturazione è un campo applicativo di nicchia.
Anche in questo caso consiglio di contattare direttamente qualche costruttore di case in legno.


Vorrei andare a visitare il SAIE; si può trovare qualche idea?


Il SAIE è un fiera generalista, molto ricca di stand, ma piuttosto dispersiva.
Sono presenti molti costruttori di case prefabbricate, ma la fiera più indicata resta sempre la Klimahouse di Bolzano.


Le chiedo inoltre se sulla villetta di casa mia costruita in pietra e intonacata si noterebbe la differenza di materiali o si riuscirebbe a omogeneizzare la diversità di materiali.


E’ possibile mimetizzare molto bene la costruzione in legno, poiché le case prefabbricate a basso consumo energetico sono sempre finite ad intonaco.


Secondo lei sono solo pregiudizi sulle case in legno rispetto al tradizionale calcestruzzo oppure ne vale la pena?


Le case di legno forniscono importanti risposte alle esigenze presenti e future di costruire edifici isolati, sicuri, confortevoli e sostenibili e le contro-argomentazioni appaiono quasi sempre deboli e pregiudiziali.

2 Commenti

  1. Avatar
    luca settembre 10, 2014

    é una idea ottima. Anche io ho casa anni 60 nelle marche sulla quale è urbanisticamente possibile aggiungere un piano ma a causa della struttura vecchia non ho mai sfruttato questa possibilità. Chissà se con questa soluzione potrò finalmente sopraelevare?? Ora proverò a lasciare una richiesta su Edilnet.it per ricevere diversi sopralluoghi gratuiti.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *