UNA CASA IN LEGNO A PROGETTO SU UN SEMINTERRATO

UNA CASA IN LEGNO A PROGETTO SU UN SEMINTERRATO

E’ POSSIBILE COSTRUIRE UNA CASA IN LEGNO SU DI UN PIANO SEMINTERRATO E NON SU UNA SEMPLICE PLATEA A LIVELLO DEL TERRENO?
LA RISPOSTA E’ BANALE, MA MERITA QUALCHE RIFLESSIONE IN PIU’.

Sto valutando la costruzione di una casa in legno, mi sono documentato sul suo blog e conto di recarmi a breve presso una delle fiere del settore.

Devo dire che le sue esposizioni sulle domande poste dagli utenti sono state davvero importanti per la mia decisione finale.
Proprio stamattina ho visionato un terreno molto interessante su cui vorrei fare un pensiero per la realizzazione di una delle case proposte dalle varie aziende.
Mi sono posto delle domande che, se ritiene opportuno, gradirei un suo parere da esperto, ovvero:

1. Nel caso dovessi realizzare una casa in legno, è possibile avere un progetto su un seminterrato di costruzione ordinaria collegato al piano terreno in legno?

Per ragioni di indice di edificabilità, dovrei costruire per forza una parte seminterrata che, mi sembra di aver capito, sia meglio realizzare nel metodo classico, ecco io vorrei unire il piano interrato con il piano superiore con una costruzione in legno.
E’ possibile e indicato?

2. Visionando i vari siti delle aziende (non italiane ma tedesche, svizzere, ecc..) leader nel settore, propongono esempi di case di vari tipi e modelli; ebbene, non ho capito se l’acquisto debba essere per forza uno di quelli esposti con le metrature indicate oppure posso realizzarla secondo le mie esigenze?

Non vorrei che tali aziende propongano un pacchetto di case standard (anche se con vari modelli) e che l’utente debba acquistare soltanto quelle proposte.
Mi piacerebbe, se lo ritiene opportuno, avere delle indicazioni su della aziende serie.
So che non si esprime in merito, ma di fronte ad una scelta così importante, ritengo che 3-4 nomi siano rilevanti per farsi un’idea appropriata; consideri che io vivo a Sassari (Nord Sardegna) e i costi sono maggiorati per ogni viaggio.


Le “case in legno” a basso consumo energetico sono costruzioni che vanno fissate permanentemente (mediante ancoraggi opportunamente dimensionati) ad un solaio che può, indifferentemente, appartenere ad una platea di fondazione, ad un piano interrato, ad un piano seminterrato o sopraelevato (anche un terzo piano, per capirci).
Le caratteristiche esecutive di questo solaio vanno sempre concordate con la ditta di case prefabbricate, che fornirà tutte le indicazioni tecniche per la corretta esecuzione, nonché i carichi che andranno a gravare sulle sottostanti fondazioni.
Molte ditte di case in legno, soprattutto tedesche ed austriache, offrono una vasta gamma di soluzioni costruttive standard, le cosiddette “case a catalogo”.

Questi edifici sono in grado di rispondere perfettamente a gran parte delle esigenze abitative, hanno prezzi interessanti e sono ottimizzati dal punto di vista funzionale ed energetico, ma non sono ancora sufficientemente apprezzati dal cliente italiano, pur essendo possibile personalizzarle o modificarne parzialmente il progetto, per adattarle alle specifiche necessità.

La maggior parte delle aziende di case prefabbricate realizza edifici su progetto individuale del cliente, senza particolari problemi di adattamento, soprattutto se il fabbricato è stato ideato sin dal principio per essere costruito in legno.
In Sardegna operano molti costruttori ed il loro numero è in costante aumento.
Sul prezzo finale, soprattutto per le ditte di case prefabbricate estere, gravano necessariamente i costi di trasporto superiori rispetto al nord della penisola e il livello di finitura viene limitato al grezzo (o agli impianti), per ridurre gli oneri di assistenza post vendita.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *