UNA BIFAMILIARE IN LEGNO ECONOMICA

UNA BIFAMILIARE IN LEGNO ECONOMICA

SINO A CHE PUNTO E’ POSSIBILE RISPARMIARE RIMANENDO ALL’INTERNO DELLA CATEGORIA DELLE COSTRUZIONI IN LEGNO A BASSO CONSUMO DI ENERGIA?

La contatto per alcune delucidazioni in merito ad un progetto per l’acquisto di una casa prefabbricata.
Vista la sua esperienza in merito ho pensato di consultarLa per sentire anche un suo autorevole parere prima di partire con i lavori (premetto che ho acquistato anche il suo libro che dovrebbe arrivarmi a giorni).
Ho necessità di acquistare o realizzare una casa con due ingressi indipendenti, in pratica una casa unica, ma con due appartamenti distinti ed indipendenti.
La mia casa attuale, se venduta in questo momento è valutata circa 200 mila euro.


Il terreno che ho già trovato vicinissimo alla mia abitazione è edificabile con progetto approvato per la costruzione di una villa bipiano di 220 mq (costo del terreno 100 mila euro).
Restando 100 mila per la casa cosa, cosa mi consiglia per la mia soluzione, tenga presente che ho la possibilità di farmi fare un prestito, ma non volevo neanche esagerare.
Meglio optare per il grezzo o chiavi in mano?
Meglio in legno o in muratura?


Se potessero bastare 100.000 € per realizzare una villetta bifamiliare di 220 mq, ci troveremmo di fronte ad un costo unitario di 455 €/mq circa.
Pur consapevole che alcune ditte di case in legno forniscono costruzioni in kit a prezzi molto bassi (che escludono il montaggio), si tratta di un prezzo irrealistico in assoluto.
Queste soluzioni sono oltretutto quanto di più lontano dal concetto di edificio a basso consumo energetico, bioedile e duraturo e sono idonee, al massimo, per edificare un annesso per attrezzi.
Anche optando per la muratura (da battaglia), i prezzi medi dell’edilizia tradizionale sono in aumento a causa dell’andamento dei costi unitari delle materie prime come l’acciaio ed il cemento, dell’energia e dei trasporti, raddoppiando (come minimo) l’importo ipotizzato.
I prezzi medi delle costruzioni in legno energeticamente isolate si aggira intorno ai 1.400-1.600 €/mq chiavi in mano.

Si possono sicuramente limare 3-400 € eseguendo in proprio alcune lavorazioni, semplificando al massimo l’impiantistica e scegliendo finiture economiche e materiali d’occasione o, ancora, lasciando al grezzo alcune porzioni dell’edificio.
La superficie complessiva del fabbricato si dovrebbe ridurre di qualche metro, ottimizzando la distribuzione e l’ingombro degli spazi, progettando un edificio semplice, con soluzioni costruttive “standard”.
Alcuni costruttori di case in legno hanno un listino più leggero di altri, abbassando un po’ le prestazioni termiche e la qualità del prodotto, ma offrono comunque soluzioni accettabili e sicuramente superiori ad un’edilizia in laterizio scadente e senza isolamenti.
Difficilmente però è possibile scendere al di sotto di 1.000 €/mq, escluse le opere di fondazione, gli oneri comunali, le spese tecniche.

2 Commenti

  1. Avatar
    Anonymous settembre 13, 2012

    Buongiorno
    Un consiglio dopo esperienza costruzione casa prefabbrica
    Quando si parla di prezzi medi delle costruzioni in legno energeticamente isolate che si aggira intorno ai 1.400-1.600 €/mq chiavi in mano…. vale sempre la regola che il prezzo è specifico solo alla STRUTTURA IN LEGNO.
    Pertanto essendo escluse le opere di fondazione, gli oneri comunali, le spese tecniche,iva,i vari permessi,parcelle,collaudi,impiantida integrare,spese mutuo,notaio,ed altro ancora………
    le 100.000 euro trovano un multiplo di 3 ……….
    Non per scoraggiare chi ha intenzione di costruire una casa ma l’importanza di un bravo tecnico qualificato è fondamentale per definire un computo metrico.
    Per una casa in legno, le regole sono le stesse utilizzate per una casa in muratura.
    E poi non dimentichiamoci se una casa è il sogno di una vita ……
    avremo una vita per completarla….

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *