IL PREVENTIVO IMPOSSIBILE DI UNA EDIFICIO IN BIOEDILIZIA

IL PREVENTIVO IMPOSSIBILE DI UNA EDIFICIO IN BIOEDILIZIA

IL PREVENTIVO DI UNA COSTRUZIONE IN LEGNO RICHEDE UN NOTEVOLE IMPEGNO E DELLE BASI DI CALCOLO CERTE.
UN SEMPLICE SCHIZZO PERMETTE, AL MASSIMO, DI IPOTIZZARE UN RANGE DI PREZZI MOLTO APPROSSIMATIVO.

Sono a chiederle un approssimativo costo di una casa prefabbricata di circa 80 mq, con la possibilità di due bagni uno in camera.
Le allego lo schizzo della pianta che avevamo in mente, può farmi un preventivo di una casa di legno?
Quanto può costare una casa bifamiliare di circa 200 mq per piano da sviluppare su tre piani (uno interrato e due fuori terra) da realizzarsi in legno?


Qual’è il prezzo finale di una casa in legno?
Come ho ripetuto in molti post, il costo della costruzione fuori terra rappresenta la voce più importante, alla quale vanno sommati gli importi relativi alle spese tecniche, agli oneri comunali, alle fondazioni, nonché alle imposte ed alle varie spese che inevitabilmente dovremo sostenere (trasloco, notaio, mobili….).
Ognuno di questi fattori può variare moltissimo a parità di consistenza dell’immobile e va definito nel dettaglio.

Il costo di una platea di fondazione non è determinabile “un tot al mq”, poiché possono variare molto le caratteristiche in base alle scelte esecutive (aerata con igloo o semplice vespaio in ciottoli, soletta piena o a lastre o, ancora, in laterocemento…), alle caratteristiche di portanza del terreno, al dimensionamento strutturale in base ai carichi gravanti sulle fondazioni e, persino, alla zona sismica.
Lo stesso dicasi per gli oneri comunali.
Per i lotti già urbanizzati, va pagato il solo costo di costruzione, la cui determinazione unitaria (pur facendo riferimento ad una legge nazionale) può variare di molto da zona a zona (come gli eventuali oneri di urbanizzazione primaria e secondaria).
Ed ancora, le spese tecniche.
La recente eliminazione dei minimi e massimi tariffari ha reso molto incerta la definizione delle parcelle professionali da parte dei tecnici, che possono variare molto tra un giovane geometra neodiplomato di provincia ed un affermato studio di progettazione di una grande città.
E’ evidente che il prezzo di una casa in legno può variare moltissimo e che non basta conoscerne la superficie coperta per stilare un preventivo.
A seconda del sistema costruttivo scelto (telaio, massiccio, lamellare), delle caratteristiche energetiche (tipo e spessore degli isolamenti, caratteristiche di vetri ed infissi, pacchetto di copertura….), del tipo di impianti e di finiture, del livello delle opere affidate alla ditta costruttrice (dal grezzo al chiavi in mano), del listino dell’azienda, delle caratteristiche del progetto, il prezzo di un edificio in legno può tranquillamente raddoppiare.
In questi casi, solitamente la mia timida obiezione viene ribattuta con un inquietante: “non ho grandi esigenze, mi interessa un livello di finitura medio….”.
Invito perciò il lettore a definire una più accurata bozza di progetto (possibilmente avvalendosi del supporto di un tecnico) e a contattare successivamente alcune aziende di case prefabbricate per definire una prima bozza di preventivo, da affinare successivamente, mettendo a punto un capitolato impiantistico e di finitura.

2 Commenti

  1. Avatar
    Fabio settembre 21, 2012

    Io mi sono affidato ad un’azienda altoatesina, Haus Idea (www.hausidea.it)

    Devo dire che sono stati molto abili nel realizzare un progetto che potesse essere realizzato con il mio budget, e poi hanno mantenuto i costi dentro il preventivo preparato all’inizio!

    Insomma sicuramente vi sono realtà serie ed affidabili, e Haus Idea è sicuramente una di queste!

  2. Avatar
    PAOLA febbraio 03, 2014

    VORREI COSTRUIRE UNA CASETTA DI 77MQ SU DUE PIANI VORREI SAPERE SE I COSTI POSSONO ESSERE MINORI FACENDOLA TUTTA IN MURATURA O SE NON CAMBIA FACENDOLA IN LEGNO,CHE PREFERIREI, DAL MOMENTO CHE I MQ. SONO POCHI .

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *