BUDGET PER LE CASE IN LEGNO

BUDGET PER LE CASE IN LEGNO

Abito attualmente a Riva del Garda, ma tra due mesi mi trasferirò in Toscana.
Nei giorni scorsi ho visionato alcune abitazioni in vendita ma piuttosto che spendere 400-500.00 € per una villetta unifamiliare tradizionale stavo pensando di acquistare un terreno e investire in una casa in legno.
Secondo lei, data la mia disponibilità di 300.000 € circa totali per casa terreno, oneri accessori, tenuto presente che un terreno di 500mq dovrebbe costare 130.000 €, oneri urbanizzazione inclusi, i rimanenti potrebbero essere sufficienti per realizzare una villetta unifamiliare di 140mq circa?
Progetto credo semplice, con metratura standard, all’esterno una copertura semplice per cenare all’esterno.
Possibilmente garage con cantina collegata all’appartamento o tettoia esterna per le macchine.

Così indicativamente, potrebbe essere fattibile a grandi linee?
Mi pare di capire che il prezzo al mq in genere dovrebbe essere sui 1400-1500 €/mq.
Non ho idea però dei costi aggiuntivi, di progettazione, oneri, tasse, ecc.
Sono completamente ignorante per quanto riguarda le tecniche costruttive, materiali.
Prima di avventurarmi nella jungla di ditte di case prefabbricate, volevo avere un idea di massima se questo progetto potrebbe realizzarsi con questo budget oppure posso lasciar perdere fin dall’inizio.
Intanto per informarmi un po’ meglio ho ordinato il suo libro.


Ho scritto vari articoli relativi ai costi delle case in legno.
Le voci di spesa da sommare per determinare il prezzo effettivo della costruzioni sono:

- Terreno
- Casa in legno chiavi in mano
- Platea e opere esterne
- Costi tecnici
- Oneri comunali

Ricordiamo di considerare tutti i prezzi ivati, comprese eventuali imposte e provvigioni (se il terreno viene acquistato tramite un’agenzia immobiliare, ad esempio).
L’IVA gravante sui terreni edificabili non è agevolata, come per la prima casa ed andranno considerate le spese per il rogito notarile.
Supponendo che il lettore abbia calcolato ogni onere all’interno dei 130.000 €, restano 170.000 € per le voci restanti.
Il primo consiglio è di scegliere una casa in legno a catalogo su due piani d 70 mq di superficie coperta.
Molte aziende di case prefabbricate offrono eccellenti soluzioni abitative estremamente ottimizzate sotto il profilo costi – funzionalità – prestazioni energetiche – architettura.
Limitando il contratto ad un livello “impianti” e completando le finiture per conto proprio è possibile risparmiare ancora qualcosa.

Un prezzo finale di 160.000 € iva compresa è sicuramente possibile.

Rivolgendoci alle aziende più economiche, possiamo ipotizzare di abbassare di altri 5-10.000 €.
Restano 15-20.000 € per la platea e le opere esterne.
Se il terreno è già urbanizzato, andrà pagato al Comune il solo costo di costruzione, il cui importo varia tra 3 e 10.000 € (ipotizziamo di versare 5.000 €).
Restano le parcelle dei i tecnici, che per una casa a catalogo possono aggirarsi intorno a 15.000 € circa.
Si arriva pertanto (senza considerare imprevisti, costi per affitti e traslochi) a circa 320.000 € per l’intera operazione, una cifra non troppo lontana da quella di partenza.

10 Commenti

  1. Avatar
    Anonymous giugno 18, 2012

    UN DIRETTORE TECNICO CON UNA BUONA ESPERIENZA (ONESTO) PUO’ DARE UN ‘INDICAZIONE PUR SEMPRE APPROSSIMATIVA DELLE SPESE CHE SI DEVONO AFFRONTARE….
    IMPORTANTEE’ CHE CONOSCA IL TERRITORIO DOVE SI VUOLE COSTRUIRE….PER TANTI ASPETTI…
    PER MIA ESPERIENZA DAL BUDGET INIZIALE MI TERREI A DISPOSIZIONE UN ULTERIORE 25% AMMESSO CHE SIA SUFFICIENTE…..

  2. Avatar
    ARCH. PAOLO CRIVELLARO giugno 18, 2012

    Sono daccordo con il fondo imprevisti, minore per le case in legno, ma sempre necessario, per evitare spiacevolissime situazioni.

  3. Avatar
    Anonymous giugno 18, 2012

    un ulteriore 25% vuol dire su 300.000 stimati, + 75.0000.. mi sembra tanto a meno di aver completamente sbagliato i calcoli.

  4. Avatar
    ARCH. PAOLO CRIVELLARO giugno 18, 2012

    25% per il tradizionale, per le case prefabbricate può bastare un 10%.
    Non è scontato che si debba spendere di più di quanto preventivato, ma ci deve essere un margine.

  5. Avatar
    Anonymous giugno 18, 2012

    esperienza fatta di recente terreno e casa oserei dire che è il minimo visto che si possono calcolare fin dall’inizio , è quello che viene dopo all’esterno della casa marciapiedi, camminamenti giardinirecinzioni cancelli automatismi vari ecc. ecc. fate i conti sin dall’inizio, per me 300.00 sono assai pochi, scusa se mi permetto

  6. Avatar
    ARCH. PAOLO CRIVELLARO giugno 19, 2012

    E’ sicuramente un prezzo limite per una casa piccola ed un’azienda economica.
    Comunque il lettore chiedeva un livello senza tutte le finiture (da completare per conto proprio).

  7. Avatar
    Anonymous giugno 19, 2012

    sicuramente a completamento della casa come da foto da catalogo ci vanno molti soldi.. ma non è mica detto che uno debba avere la casa perfetta dentro e fuori in 6 mesi e non spendere più 1 euro per tutta la vita.
    I miei genitori sono andati avanti per decenni ad aggiungere, completare, modificare… e ancora ci lavorano. O si hanno fondi illimitati fin da subito, o bisogna fare a piccoli passi. Ciò non toglie che abbia dei costi, ma credo sia anche una soddisfazione a volte.

  8. Avatar
    Anonymous giugno 19, 2012

    non c’è cosa più bella di veder crescere la propria casa come noi l’abbiamo sognata per tanto tempo con rinuncie a volte e modifiche ma è pur sempre il sogno della nostra vita e ti posso garantire che si fa’ con sacrifici ma si fà auguri

  9. Avatar
    Anonymous settembre 26, 2012

    A me sembra che se uno acquisti una casa “chiavi in mano”, (120mq)da ditta tedesca, come ne ho vista una in internet, a 170.000 euro, già a catalogo della stessa, aggiunge un 50.000 euro per un terreno da 900mq, in campagna, poi aggiungerà almeno 12000 euro per il calcestruzzo delle fondamenta, elimina così progettisti e poi fa una recinzione economica senza automatismi e cosette varie, dovrebbe stare, se il luogo è in un paesino lontano dalle città costose, ben al di sotto dei 300.000 qui dichiarati, anzi, con 230.000 euro potrebbe cavarsela alla grande……

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *