FACILITAZIONI PER LE CASE IN LEGNO

FACILITAZIONI PER LE CASE IN LEGNO

QUAL’E’ L’ITER PER OTTENERE I PERMESSI DEGLI EDIFICI IN LEGNO?
SERVONO I PERMESSI?
E’ PIU’ FACILE COSTRUIRE UN FABBRICATO IN BIOEDILIZIA COME LE CASE PREFABBRICATE?

Io e mio marito viviamo a Milano, in zona peri-centrale, in una abitazione con giardino.
Abbiamo 3 bambini e una casetta molto piccola (al momento noi dormiamo in sala).
Inoltre, vorrei portare a casa nostra mia madre che è anziana e vive a Parma.
Abbiamo una certa urgenza di “allargarci”, proprio a causa di mia madre, che non sta bene ed è da sola.
Ci piace molto l’idea di allargare casa, sovrapponendo alla struttura già esistente (una robusta costruzione primi ‘900 nata come magazzino) tutta una nuova zona in legno che comprenda anche la nuova copertura dell’intera struttura (vecchia + nuova).
Un grosso problema al momento è rappresentato dalle autorizzazioni necessarie, che probabilmente non dovremmo avere problemi ad ottenere, ma temiamo richiedano tempi molto lunghi.
Ci chiedevamo se per ampliamenti in legno (eventualmente prefabbricati) fosse più facile procedere.


Fatta eccezione per rarissimi casi, la costruzione di una casa in legno richiede le medesime autorizzazioni previste per qualsiasi altra costruzione in muratura, acciaio, laterocemento o calcestruzzo.
Chi si avvicina alle case in legno illudendosi di avere scovato un escamotage in grado di aggirare le norme urbanistiche ed i regolamenti edilizi, dovrà presto ricredersi.
Le case prefabbricate vanno ancorate al suolo su una platea di fondazione (opportunamente calcolata in base alla zona sismica, ai carichi gravanti su di essa ed alle caratteristiche di portanza del suolo).
Le costruzioni in legno prefabbricate (o non) sono strutture permanenti, non sono smontabili, né spostabili.
Le case mobili sono destinate a campeggi e strutture turistiche stagionali e non possono sostituire le abitazioni e gli edifici per uso continuativo.

Qualsiasi destinazione non autorizzata costituisce a tutti gli effetti un abuso edilizio (non prendo in considerazione le amministrazioni che chiudono due occhi di fronte allo scempio del proprio territorio).
Le case in legno sono un’alternativa costruttiva alle costruzioni tradizionali, la cui scelta dipende dalle specifiche esigenze dell’acquirente, ma non offrono scorciatoie e scappatoie urbanistiche.
L’iter burocratico è il medesimo, ma non mancano i Comuni che incentivano la realizzazione di edifici con determinate caratteristiche (bioedilizia, risparmio energetico), concedendo bonus volumetrici o sconti sugli oneri di urbanizzazione e/o sul costo di costruzione.
Se decidiamo di realizzare in legno la nostra abitazione, raccogliamo dal principio tutte le informazioni necessarie a compiere una scelta consapevole.

Il blog mette a disposizione centinaia di articoli sull’argomento e persino i primi post pubblicati sono ancora attuali.

La mole di dati presente sul sito è davvero enorme e può essere utile allo scopo lo strumento “Cerca negli articoli”, ubicato in alto a sinistra.
Come per qualsiasi motore di ricerca, è sufficiente inserire il termine cercato (ed es. “pompa di calore”) per ottenere l’elenco di tutti gli articoli che trattano direttamente o in parte l’argomento.
Per chi avesse meno tempo a disposizione, consiglio infine la lettura del mio libro “Guida alle case di legno”, che condensa in un pratico manuale il materiale contenuto nel blog.

2 Commenti

  1. Avatar
    Prezzi case in legno febbraio 21, 2012

    Per maggiori informazioni sui prezzi delle case in legno vi invito a visitare questo sito: http://www.prezzicaseinlegno.it mi è stato di grande aiuto nel trovare la soluzione piu adatta per costruire la mia casa in bioedilizia ad un ottimo prezzo!

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *