LA SOSTENIBILITA’ DELLE CASE IN LEGNO PREFABBRICATE

LA SOSTENIBILITA’ DELLE CASE IN LEGNO PREFABBRICATE

LA SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE E’ IL TEMA PRIORITARIO DEL FUTURO PROSSIMO, CUI L’EDILIZIA (TUTTA, NON SOLO LE CASE IN LEGNO) DOVRA’ DARE RISPOSTE URGENTI, CONCRETE ED EFFICACI.

Il settore delle costruzioni rappresenta uno dei principali sfruttatori delle risorse energetiche del pianeta, causando l’emissione di una notevole percentuale dei gas serra in atmosfera a causa della gestione termica degli edifici.
Anche la produzione e il trasporto dei materiali edili, nonché la realizzazione dei cantieri consuma notevoli risorse, per la maggior parte non rinnovabili.
Il progressivo innalzamento della temperatura del globo, gli sbalzi climatici sempre pià evidenti tra estate ed inverno, la desertificazione delle aree a sud e a nord dei tropici, lo scioglimento dei ghiacciai e delle calotte polari, l’impoverimento delle risorse minerarie, l’esaurimento dei combustibili fossili, lo sfruttamento delle aree verdi sono tutti effetti di scelte politiche ed economiche insostenibili per la salvaguardia del nostro pianeta e indifferenti alle generazioni future.

Gli effetti del protocollo di Kyoto sono stati importanti, ma restano insufficienti per invertire la tendenza in atto
.
Le normative in materia di consumi energetici degli edifici hanno solo parzialmente affrontato il problema, imponendo consumi termici sempre inferiori, attraverso strumenti frammentari e non sempre efficaci come la certificazione non sottoposta ad un serio controllo esterno ed attuata secondo metodologie di calcolo e protocolli e diversi da regione a regione.
Non voglia sembrare uno spot per le case in legno, ma le soluzioni possibili sono oggettivamente poche e drastiche.

E’ necessario:

  • Ridurre al minimo il fabbisogno di energia per la produzione dei materiali da costruzione (dal prelievo alla lavorazione, sino all’ottenimento del prodotto finito), sfruttando risorse rinnovabili come il solare e le biomasse.
  • Gli elementi della costruzione devono essere facilmente trasferibili, limitando i consumi per il trasporto dal luogo di produzione al cantiere.
  • I materiali edili devono essere rinnovabili, evitando di sottrarre ulteriori risorse al pianeta, non sostituibili.
  • Il montaggio delle costruzioni deve risultare semplice e veloce, impiegando poca energia, utilizzando materiali leggeri e tecniche a secco.
  • I sistemi costruttivi devono limitare le dispersioni termiche, minimizzando il fabbisogno di energia derivata da ausili impiantistici. Questi ultimi dovrebbero essere basati su fonti energetiche rinnovabili, con elevati coefficienti di rendimento termici.
  • I materiali impiegati nelle costruzioni devono essere ecologici e naturali, senza impiegare sostanze chimiche dannose, colle e solventi inquinanti.
  • L’architettura degli edifici deve massimizzare il guadagno passivo, proteggendo dal surriscaldamento estivo, attraverso una progettazione bioclimatica dell’involucro edilizio.

Le case in legno rispondono perfettamente punto per punto alle specifiche richieste, in quanto:

  • Richiedono poca energia per il taglio e la lavorazione del legname da costruzione.
  • Le segherie si trovano quasi sempre vicine ai boschi in cui il legname viene prelevato.
  • Gli scarti vengono riciclati o impiegati per per produrre energia termica sotto forma di cippato, pellets e bricchetti da combustione.
  • La leggerezza del legno lo rende facilmente trasportabile.
  • Gli alberi vengono ripiantumati, rinnovando i boschi soggetti a prelievo.
  • Il montaggio a secco delle case prefabbricate è veloce e consuma poca energia.
  • Le case in legno a basso consumo sono edifici termicamente efficienti ed isolati.
  • Se ben progettati secondo principi bioclimatici il rendimento termico delle case in legno si può spingere verso prestazioni energetiche passive.

3 Commenti

  1. Avatar
    Samuele maggio 07, 2012

    Sostenibilità:“s.f. possibilità di essere mantenuto o protratto con sollecitudine ed impegno o di essere difeso e convalidato con argomenti probanti e persuasivi.” (Devoto-Oli)

    Parlando di “sostenibilità” sarebbe opportuno citare anche quanto si legge nel vocabolario della lingua italiana.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *