CASE IN LEGNO SU TRE PIANI

CASE IN LEGNO SU TRE PIANI

Devo realizzare la mia abitazione e sono orientato alle “case in legno”.
Purtroppo però non trovo nessun feed-back su costruzioni simili a quella che devo realizzare.


Al momento, ho pubblicato sulla “Guida alle case prefabbricate” oltre 360 articoli, trattando ripetutamente ed a fondo i più svariati argomenti (in alternativa c’è sempre il mio libro).
Ritengo difficile che non ci sia materiale inerente il tipo di costruzione che il lettore intende realizzare, ma cercherò di aiutarlo a selezionare il materiale più adatto.


La mia necessità infatti e’ di costruire un edificio di tre piani di ca. 160 mq l’uno ed anche l’ interrato.


Tre piani non sono molti, per cui non rientriamo nelle tipologie multipiano, ma nelle casistiche comuni.
In questo caso le case in legno possono risultare ancora una buona scelta costruttiva, ma andranno calcolate opportunamente.
In molti casi sarà necessario rinforzare la struttura portante con pilastri e travi in acciaio o cemento armato.


I miei dubbi principali sono:
Quale tecnologia costruttiva si adatta meglio ad un edificio a più piani, telaio o xlam?


Con tre piani fuori terra non cambia moltissimo.
Se ci trovassimo in zona sismica le pareti in xlam sono più idonee, in quanto hanno un migliore comportamento in presenza di sollecitazioni trasversali (tipiche dei terremoti).
Oltre tre piani il telaio va controventato, ma anche le pareti massicce devono essere progettate adeguatamente.


La presenza di un interrato quali accorgimenti comporta per eliminare rischio umidità /muffe?


Le pareti dell’interrato vanno coibentate con una guaina antiumidità, come da prassi.
Può essere una buona soluzione isolare termicamente la parte contro terra con pannelli in XPS.
Questa soluzione consente di migliorare le condizioni climatiche dell’interrato, abbassando il rischio di muffe ed umidità.
La parte fuori terra non presenta praticamente mai questo genere di problematiche per le caratteristiche del legno, che è un pessimo conduttore di calore e un buon regolatore naturale del tasso di umidità dell’aria indoor.


Amiamo tenere una temperatura elevata durante l’ inverno con buon tasso di umidità per i raffreddori del nostro bambino.
Mi sembra di capire dal blog che un sistema di ventilazione forzata dell’aria sia necessario per evitare muffe o addirittura una casa in legno mal si adatta alle nostre esigenze.


La ventilazione meccanica controllata a recupero di calore è un impianto assolutamente complementare alle case in legno, per la grande tenuta all’aria di queste costruzioni.
Tra le funzioni di un VMC c’è anche la regolazione del tasso di umidità dell’aria, che può essere controllato efficacemente in tutte le stagioni, anche in presenza di alte temperature.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *