LA CURA DELLE CASE IN LEGNO

LA CURA DELLE CASE IN LEGNO

LE CASE PREFABBRICATE RICHIEDONO UN’ADEGUATA E COSTANTE CONSERVAZIONE NEGLI ANNI, AL PARI DELLE COSTRUZIONI IN MURATURA.
MANUTENZIONI PARZIALI, MAL ESEGUITE O DEL TUTTO ASSENTI POSSONO CAUSARE UN RAPIDO DEGRADO DELL’EDIFICIO.

Molte aziende di case in legno, alla fine dei lavori, consegnano all’acquirente un libretto di mantenimento ed utilizzo dell’opera, illustrante le modalità e le tempistiche degli interventi da eseguire nel corso della vita del fabbricato, a cui attenersi scrupolosamente per assicurarne una lunga durata.
Il fascicolo fornisce semplici indicazioni per la cura delle facciate, dei serramenti, della copertura e degli impianti, fissando le scadenze periodiche e specificando gli strumenti ed i prodotti più idonei da utilizzare.
La validità delle lunghe garanzie può essere annullata, a fronte di un utilizzo scorretto dell’edificio da parte del proprietario, sottolineando l’importanza delle manutenzioni ordinarie per la protezione dell’edificio dall’inevitabile usura del tempo.
Le facciate intonacate salvaguardano efficacemente le strutture interne, mentre le costruzioni massicce a vista prevedono manutenzioni più frequenti e specifiche.
Alcuni elementi esterni in legno, come gli infissi (finestre, portefinestre, persiane), tettoie e porticati, sporgenze del tetto andranno carteggiati e ridipinti dopo alcuni anni, per riportarli al loro aspetto originario.

E’ possibile inoltre che si debba ricorrere a qualche piccolo intervento di riparazione nel corso nel tempo.
Per lavori di modesta entità, si potrà ricorrere tranquillamente a carpenterie locali.
Se possibile, ci si dovrebbe sempre rivolgere direttamente alla ditta costruttrice, che interverrà con le dovute attenzioni, seguendo la prassi più corretta, in particolare per modifiche distributive (come lo spostamento o la rimozione di pareti interne) o agli impianti.
Tali interventi sono sempre possibili, al pari degli immobili tradizionali, grazie alla costruzione a secco che riduce i tempi e semplifica l’esecuzione, con l’accortezza di rispettare la statica delle strutture portanti e l’integrità degli isolamenti termici.

La riparazione di una serpentina di un riscaldamento a pavimento, ad esempio, verrà effettuata su di un massetto cementizio, del tutto analogo ai solai delle costruzioni tradizionali in muratura.
Le canne fumarie e gli impianti verticali sono posizionati esternamente alle pareti, per evitare ponti termici e discontinuità nell’isolamento, facilitando eventuali interventi.
Le caratteristiche costruttive degli edifici in legno semplificano l’operatività, limitando i costi da sostenere per tutti i lavori di manutenzione straordinaria, riparazione e ristrutturazione.
Le grandi aziende di case prefabbricate offrono un’eccellente assistenza post-vendita, ma molti costruttori cessano l’attività dopo alcuni anni o si trovano all’estero, senza filiali o riferimenti sul territorio in grado di intervenire.
In questo caso, i lavori andranno affidati ad una ditta con una specifica esperienza nel settore degli edifici in legno.
Il progressivo incremento dei costruttori italiani di case in legno a basso consumo consente un buon reperimento di questi soggetti su quasi tutto il territorio nazionale.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *