CASE IN LEGNO LOG HOUSE

CASE IN LEGNO LOG HOUSE

IL SISTEMA COSTRUTTIVO DENOMINATO “LOG HOUSE” (TRADUCIBILE LETTERALMENTE IN “CASA IN TRONCHI”) CONSENTE LA COSTRUZIONE DI EDIFICI INTERAMENTE IN LEGNO, LASCIATO A VISTA.

Leggendo alcuni contenuti del blog mi sono chiarito le idee per quanto riguarda il tipo di costruzioni in legno a pannelli intonacati, ma non ho trovato alcun confronto tra queste e le costruzioni in tronchi.
Una casa in legno realizzata col metodo log house, quali problematiche può presentare?


Una “log house” è semplicemente una costruzione realizzata in tronchi naturali prelavorati, trattati e poi installati uno sull’altro.
Questo tipo di edifici è tipico della cultura costruttiva scandinava, in particolare Svezia e Finlandia, ma sono molto diffusi anche in molte zone dell’est Europa, come Lituania, Estonia, Polonia e Russia, godendo di una consolidata tradizione.
Generalmente una log house è una casa in legno realizzata in tronchi di pino artico, essenza molto diffusa in quelle zone, al contrario dell’abete rosso, più tipico dell’arco alpino.
Di fatto, si tratta di una particolare tipologia di blockhaus, in cui i tronchi vengono lasciati nella loro forma naturale a sezione circolare e non squadrati e lavorati finemente.
Pur trattandosi di sistemi costruttivi prevalentemente industriali, la fase di montaggio risulta estremamente delicata, per garantire un elevato standard qualitativo.

La sovrapposizione di tronchi naturali è infatti una lavorazione molto difficile, poiché va garantita la tenuta all’aria ed all’acqua dell’edificio, nonché la perfetta chiusura dei giunti e degli angoli della costruzione.
La log house richiede una manodopera altamente qualificata in grado di assemblare l’edificio a regola d’arte, nonché un’accurata valutazione dei tronchi, che andranno tagliati al momento opportuno e rifiniti con cura singolarmente.
E’ evidente che il costo di questi edifici non potrà risultare troppo economico.
Una casa in legno log house a prezzi stracciati nasconde una costruzione approssimativa e dovrebbe sollevare più di una perplessità.
E’ necessaria una notevole esperienza ed alte conoscenze nell’arte della lavorazione del legname, dalla selezione degli alberi, al taglio con la motosega ed alla lavorazione dei tronchi in segheria.

Sul mercato delle case in legno a tronchi si trovano pareti semplici od accoppiate con isolamenti termici (in lana minerale), per migliorare le prestazioni energetiche, comunque buone.
Il legno è un cattivo conduttore di calore ed è naturalmente isolato, ovviamente, siamo un po’ lontani dalle classi energetiche raggiungibili con le pareti intelaiate delle “case prefabbricate”.
Dal punto di vista antisismico e di resistenza al fuoco, valgono le considerazioni fatte per qualsiasi casa in legno, mentre l’isolamento acustico risulta mediocre, se non vengono utilizzati pannelli per l’assorbimento del rumore.
Il legno lasciato a vista necessita di maggiori manutenzioni rispetto alle costruzioni finite ad intonaco ed, in genere, risulta poco indicata la realizzazione di log house nelle nostre città (come peraltro previsto dalla maggior parte dei regolamenti locali).
La vocazione delle log house restano gli edifici da realizzare nelle zone di montagna ed in particolare per la costruzione di residenze, strutture ricettive ed agricole.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *