BENESSERE, DURATA, COSTI E RISPARMIO DELLE CASE IN LEGNO

BENESSERE, DURATA, COSTI E RISPARMIO DELLE CASE IN LEGNO

ALCUNE RISPOSTE SPOT RISPETTO AD ALCUNI TRA I PRINCIPALI TEMI CHE INTERESSANO L’ACQUIRENTE DI UNA CASA IN LEGNO.

Si parla moltissimo di benessere, ma quali sono, in poche parole, i benefici per la salute offerti da una casa in legno?
Non è un’ po’ uno slogan?


L’alto comfort abitativo di un edificio in legno è dovuto all’eccellente isolamento termico, che limita il ricorso all’impiantistica, offrendo condizioni microclimatiche naturali ed un equilibrio igrometrico ideale per l’organismo.
L’impiego di materiali ecologici e l’assenza di emissioni nocive indoor consentono un elevata qualità dell’aria ed un benessere olfattivo sconosciuto alle costruzioni tradizionali.
Vanno infine sottolineate le qualità acustiche, con un alto coefficiente di assorbimento dei rumori prodotti all’interno dell’edificio e l’isolamento da quelli esterni.


Qual è il ciclo di vita di un edificio in legno?
È paragonabile a quello di una casa tradizionale?


L’aspettativa di vita è la medesima di un edificio in muratura di moderna concezione è superiore al patrimonio immobiliare prodotto dal dopoguerra agli anni ’70 e può essere stimata in circa 100 anni circa.
Va sottolineata l’importanza delle manutenzioni ordinarie e il corretto utilizzo della costruzione.
Le lunghe garanzie (sino a 30 anni) offerte da molte aziende di case in legno, soprattutto prefabbricate, conferma la lunga durata di queste costruzioni.


Una casa ‘chiavi in mano’ costa di più in legno o con i metodi tradizionali? Perché?


Non necessariamente.
Il confronto deve essere compiuto tra edifici con caratteristiche simili.
Un edificio in muratura a basso consumo con caratteristiche bioedili costa senz’altro di più di una casa in legno, mentre è possibile risparmiare solo a scapito della qualità costruttiva e dell’isolamento.
In generale i listini delle case in legno non sono a buon mercato, poiché il settore è basato sui prezzi tedeschi ed austriaci, che rappresentano il principale mercato per queste costruzioni in Europa.


Quanto fa risparmiare in costi energetici una casa in legno?


Parlando di certificazione energetica, le costruzioni in legno basate su parete a telaio o massiccia, con cappotto isolante esterno raggiungono prestazioni termiche di eccellenza, corrispondenti alla Classe A della legge nazionale.
Un’accurata progettazione, la maggiorazione degli spessori, l’installazione di tripli vetri consentono di innalzare ulteriormente le prestazioni energetiche, sino al “consumo zero” delle case passive.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *