LA FASCIA DI PREZZO DELLE CASE PREFABBRICATE

LA FASCIA DI PREZZO DELLE CASE PREFABBRICATE

LE CASE PREFABBRICATE HANNO COSTI SEMPRE INTERESSANTI IN RAPPORTO ALLE NOTEVOLI QUALITA’ CHE OFFRONO (RISPARMIO ENERGETICO, COSTRUZIONE ECOLOGICA, PREZZO CERTO, LUNGA GARANZIA).

Devo realizzare la mia casa, e sto prendendo in considerazione l’idea di realizzarla in legno; in particolare stavo pensando alle costruzioni in legno lamellare (massiccio o X-Lam).
Vorrei sapere se il prezzo al mq delle case prefabbricate si discosta molto da quelle in muratura e che differenze ci sono tra le varie soluzioni costruttive (massiccio, telaio).
E le case prefabbricate in muratura?


Le case prefabbricate rappresentano una novità per il nostro paese.
L’incremento graduale dei montaggi non corrisponde ad un vero e proprio boom edilizio, ma la tendenza è quella di una progressiva diffusione di queste costruzioni ecologiche a basso consumo energetico.
Da soluzione di nicchia ad alternativa costruttiva vera e propria il passo è lungo.
Il pregiudizio verso le case prefabbricate è ancora forte, ancor più da parte dei tecnici e dei costruttori tradizionali.
La conoscenza delle case in legno da parte del cliente finale è fondamentale per dare il giusto peso alle numerose qualità delle case prefabbricate.
Un confronto su basi puramente economiche non penalizza le case in legno e può essere fatto senza problemi, ma bisognerebbe comunque introdurre elementi di giudizio qualitativi che differenzino le diverse soluzioni costruttive.
Affermare che le pesche costino al chilo quanto i peperoni non fornisce evidentemente informazioni interessanti, pur trattandosi sempre di vegetali.


Le ditte di case prefabbricate che ho contattato mi hanno consegnato dei preventivi spropositati.
L’unica offerta interessante l’ho avuta dalla XXXXXX, una ditta (credo) rumena. Sto comunque pensando di affidare la costruzione della mia villetta ad un costruttore della mia zona (Molise) , visti i prezzi ben più bassi che ho potuto constatare.


Questo breve estratto di una mail di un lettore contiene parecchi spunti di riflessione.
Le case prefabbricate hanno i prezzi più alti.
Gli elementi di confronto sono un costruttore di case in legno massicce dell’est (selezionato tra le ditte più economiche) e i costruttori locali del mattone (non viene fatto cenno alle caratteristiche di queste costruzioni).
A mia precisa domanda, mi viene risposto che i preventivi ricevuti dalle ditte di case prefabbricate sono “chiavi in mano”, mentre la ditta rumena si limita a fornire la struttura.
I prezzi delle imprese non sono offerte dettagliate basate su un computo metrico estimativo, ma semplici indicazioni “a voce” (un tot al metro quadro). E qui mi fermo.
Qual è dunque la fascia di prezzo delle case prefabbricate?
Dividiamo innanzitutto le case in legno in due gruppi principali, le strutture a telaio e quelle massicce.

Sto parlando, lo ribadisco, di edifici a basso consumo energetico ed inquadrabili a pieno titolo nelle costruzioni in bioedilizia.
Bisogna poi distinguere tra grezzo e chiavi in mano.
Il maggior peso economico è costituito proprio dalla struttura. Le finiture e gli impianti possono essere analoghi per qualsiasi sistema costruttivo (legno, laterizio, cemento armato, acciaio, altri prefabbricati).
Gli importi si riferiscono pertanto al cosiddetto “grezzo avanzato” (edificio finito esternamente con pareti interne e predisposizioni impiantistiche).
E’ necessario inoltre indicare un minimo ed un massimo di prezzo, poiché esistono sul mercato ditte più o meno economiche (per le case prefabbricate, il sughero costa più del polistirene, così come i costi di produzione sono differenti tra Germania e Slovacchia, mentre le imprese di costruzioni del sud Italia sono, in genere, più economiche rispetto a quelle del nord).

EDILIZIA TRADIZIONALE NON ISOLATA
650-750 €/mq
STRUTTURE IN LEGNO A TELAIO
700-800 €/mq
EDILIZIA TRADIZIONALE ISOLATA
750-850 €/mq
STRUTTURE IN LEGNO MASSICCE
800-900 €/mq
CASE PREFABBRICATE IN MURATURA
800-900 €/mq
Si tratta chiaramente di valori del tutto indicativi, suscettibili di variazioni dovute a fattori esterni (oscillazione dei costi delle materie prime, dei trasporti e dell’energia, inflazione).

 

4 Commenti

  1. Avatar
    Andrea gennaio 30, 2011

    Caro Arch,
    sono mesi che ho dei forti dubbi e non riesco a trovare una soluzione nemmeno parlando con le ditte di prefabbricate.
    innanzitutto secondo lei qual’è il miglior compromesso tra qualita e prezzo per quanto riguarda la larghezza dei muri da optare?
    e per quanto riguarda il materiale all interno?
    ormai oggi giorno gareggiano su cosa inventarsi da mettere all interno di queste pareti…
    Altra domanda dato il budget limitato che ho, sento diverse opinioni in merito a farsi fare la casa al grezzo oppure chiavi in mano?
    Si puo risparmiare secondo lei facendola al grezzo e chiamandosi le dittarelle a nome proprio?

  2. Avatar
    Arch. PAOLO CRIVELLARO gennaio 31, 2011

    Sono tante domande…
    I 30 cm sono solitamente lo standard, con la fibra di legno.
    Personalmente mi sembra una buona parete.
    Il grezzo è una soluzione perchè garantisce il risparmio energetico, il chiavi in mano garantisce il prezzo certo.

  3. Avatar
    Daniele agosto 23, 2016

    Salve vorrei realizzare una villetta, in maniera prefabbricata, modulare in modo da espanderla o ridurla in futuro.
    Cercavo una soluzione come quella in foto di questo articolo, chi la può realizzare, quali sono i costi, e che tipo di concessioni occorrono.
    Chiunque possa aiutarmi mi può contattare:
    Daniele Ottaviani
    +393402226877
    info@ufficio1.it

    Grazie

  4. Avatar
    rosita novembre 03, 2016

    Sono interessata alla soluzione fatta di finestre e il patio in legno ,vorrei sapere i riferimenti e il nome grazie

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *