CASE PREFABBRICATE IN PILLOLE – PREZZI

Sono un appassionato di case a basso impatto ambientale e fotovoltaico, mi sto muovendo su internet in tale direzione con la speranza, finanze permettendo, di costruirmene una anch’io.
Le chiedevo per questo una consulenza approssimativa sul costo di costruzione di una casa prefabbricata su un unico livello di 100 mq circa e del relativo basamento in cemento, considerando ovviamente a parte l’imprevedibilita’ della spesa dell’allaccio idrico e fognario.


La spesa finale deve considerare, oltre alle voci elencate dal lettore, i costi tecnici (progetto, direzione dei lavori, geologo, ingegnere, termotecnico, progetto degli impianti, sicurezza, collaudo delle opere, certificazione energetica) e gli oneri comunali (urbanizzazione primaria e secondaria, costo di costruzione).
Il prezzo di una casa prefabbricata monopiano non è facilmente determinabile, poiché viene definito da una serie di fattori, che possono spostare di molto l’importo finale:

- Progetto.
Le scelte architettoniche (forma dell’edificio, scelte tecnico-costruttive, tipo di copertura, materiali, isolamenti, struttura, serramenti) possono individuare incrementi sul prezzo sino al 30%.
- Azienda costruttrice.
I piccoli costruttori di case in legno hanno listini più leggeri del 10-20% rispetto ai costruttori europei più conosciuti.
- Livello di finitura.
Il chiavi in mano è comodo e permette una programmazione economica precisa della costruzione, ma è possibile risparmiare circa il 10% acquistando l’abitazione al grezzo e terminando i lavori con ditte proprie.
- Impianti.
La richiesta energetica di una casa prefabbricata è limitata ai picchi, in particolare invernali. L’eccellente coibentazione termica permette di risparmiare sugli impianti che non dovrebbero mai essere sovradimensionati.
Un impianto “base” si rivelerà altrettanto efficiente e permetterà un risparmio sul prezzo della casa sino al 10% (fotovoltaico escluso).
- Finiture.
Un capitolato standard non sempre soddisfa i gusti più esigenti, anche se di buona qualità. Possiamo sbizzarrirci, consci che un buon laminato non costerà quanto dei listoni anticati posati in diagonale e che il prezzo di un bagno può essere raddoppiato senza fatica.
In questo caso le differenze possono arrivare ad un 15% dell’importo finale.

Concludendo, è ipotizzabile una spesa “media” di 170.000 € per la nostra casa in legno, efficiente energeticamente sia d’estate che d’inverno, realizzata con un capitolato standard chiavi in mano da parte di un costruttore medio-grande, con una dotazione impiantistica adeguata, platea in cemento armato esclusa.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *