LE FONDAZIONI DELLE CASE ECOLOGICHE

LE FONDAZIONI DELLE CASE ECOLOGICHE

L’ACQUISTO DI UNA CASA PREFABBRICATA NON LIBERA IL CLIENTE DAI COSTRUTTORI EDILI TRADIZIONALI, IN QUANTO L’EDIFICIO DOVRÀ ESSERE ANCORATO SU UNA PLATEA DI FONDAZIONE IN CEMENTO ARMATO.

L’impresa, incaricata direttamente dal committente, avrà il compito di effettuare tutte le lavorazioni non di pertinenza della ditta di case in legno, come l’allacciamento alle reti pubbliche, le recinzioni e gli accessi al lotto, sottoscrivendo un regolare contratto di appalto.
Il progetto esecutivo dei cementi armati va preventivamente concordato con il costruttore della casa prefabbricata, che si occupa di fornire allo strutturista i carichi statici gravanti sulle fondazioni e il disegno della forometria della soletta di appoggio dell’abitazione.
La platea verrà inoltre dimensionata in base alle caratteristiche del terreno ed alla zona sismica di costruzione.

Il montaggio a secco dell’edificio in legno impone un’accurata esecuzione del solaio dello scantinato, che dovrà risultare perfettamente orizzontale e senza dislivelli.
Le pareti in muratura tradizionale vengono realizzate direttamente in cantiere e le eventuali pendenze del piano di appoggio vengono facilmente compensate, aumentando o diminuendo lo spessore delle malte.
Le case prefabbricate giungono in cantiere con le pareti finite, complete di infissi, cartongessi, cappotti e predisposizioni impiantistiche e non tollerano errori ed approssimazioni.
Al termine dei lavori di costruzione del basamento e prima della produzione delle pareti, un tecnico della ditta rileva strumentalmente le quote, per verificare l’orizzontalità del solaio e misurare le eventuali differenze presenti.
Piccoli scostamenti di quota possono essere compensati in fase di costruzione dell’edificio, ma dislivelli eccessivi risultano inaccettabili, imponendo la correzione del piano del basamento a regola d’arte.

Il bordo superiore della platea di fondazione andrà isolato con una barriera antiumidità, per impedire le risalite per capillarità dal terreno nelle pareti.
La buona riuscita della costruzione dipende anche dalla scelta dell’impresa edile che, al pari della selezione tra le ditte di case prefabbricate, non deve basarsi solamente sul prezzo più basso.
L’impresa potrà completare alcune lavorazioni relative alla costruzione in legno, qualora non venga acquistato un livello chiavi in mano, come i bagni e le finiture interne.
Il piano interrato può risultare necessario per ricavare vani accessori all’abitazione non soggetti a cubatura urbanistica (come cantine, posti auto, lavanderie e vani tecnici) e può essere una soluzione per i piccoli lotti con bassi indici di fabbricabilità.
I locali sotterranei sono di difficile aerazione, inevitabilmente umidi e poco illuminati.

Si può migliorarne le caratteristiche termiche, adottando opportuni accorgimenti costruttivi, come la realizzazione di intercapedini, che possono limitare il contatto diretto dei muri con il terreno o interponendo pannelli isolanti in polistirene estruso tra la parete ed il sottosuolo.
Un piano scantinato costituisce un ulteriore livello dell’abitazione, che obbligherà ad utilizzo continuativo delle scale, peggiorando il livello di comfort funzionale.
Il costo di una platea di fondazione è facilmente quantificabile, trattandosi di un lavoro di modesta entità, che può rientrare in un contratto forfettario, mentre la costruzione di uno scantinato comporta in genere un minor controllo della spesa, rappresentando un’incognita economica non trascurabile.
Una platea concepita correttamente deve prevedere una camera di ventilazione realizzata con “igloo”, che migliora l’isolamento termico dell’edificio, posizionando un adeguato numero di aperture, che permettono la rimozione dell’umidità e lo smaltimento di eventuale gas “Radon” proveniente dal sottosuolo.

Il piano scantinato di una casa prefabbricata può essere a sua volta … prefabbricato, affidandone la costruzione ad una ditta specializzata, con vantaggi interessanti, come l’eccellente coibentazione e la superiore impermeabilizzazione delle murature.
Il prezzo, la consegna dell’opera ed i tempi di montaggio sono fissati da contratto, mentre l’esecuzione fuori cantiere garantisce precisione e standard qualitativi elevati, con la possibilità di predisporre gli impianti direttamente in stabilimento.
Le ditte di interrati prefabbricati si occupano direttamente della stesura degli esecutivi di cantiere, della statica, degli scavi e della direzione lavori delle strutture.
Gli interrati prefabbricati, grazie al buon isolamento termico, hanno caratteristiche assai diverse rispetto agli scantinati realizzati in opera e non dissimili da quelle di un edificio in muratura.
I prezzi sono mediamente equiparabili a quelli di una buona impresa tradizionale o di poco superiori, con una eccellente compatibilità con le costruzioni in legno prefabbricate.

1 Commento

  1. Avatar
    pasto febbraio 22, 2012

    Gentile arch. Crivellaro,
    a me é stato proposto,al posto del vespaio aerato con igloo,un sistema di una ditta(BurkleKeller,tedesca,credo)che,se non ho capito male,consiste nel fare a contatto con il terreno un sottofondo con vetro cellulare,sul quale poi verrà fatta la gettata di cemento Come lo valuta? Con questo sistema non serve il vespaio d’areazione?

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *