CASE PREFABBRICATE IN PILLOLE – PIANO CASA

CON QUESTO ARTICOLO, INTRODUCO UNA PICCOLA NOVITA’ SUL BLOG.
RICEVO QUOTIDIANAMENTE MOLTE MAIL DAI LETTORI, CON RICHIESTE COMPLESSE ED APPROFONDITE, A CUI NON MI E’ POSSIBILE RISPONDERE, POICHE’ COMPORTEREBBERO UN IMPEGNO ED UNA DISPONIBILITA’ DI TEMPO NON COMPATIBILE CON LA MIA ATTIVITA’ PROFESSIONALE.
Per questo motivo, da questo momento in poi le mie risposte saranno solo pubbliche, attraverso gli articoli e solo qualora le domande vengano valutate di pubblico interesse.
Poiché l’articolo standard sulle case prefabbricate nasce come approfondimento di un tema specifico solitamente inedito, ritengo interessante fornire anche risposte più brevi, che tocchino argomenti già trattati, trasversali o non facilmente inquadrabili.


Il Piano Casa prevede l’incremento della superficie del 35% in caso di ricostruzione.
Dovrei realizzare uno scantinato ed una superficie abitativa sopra terra di 200 mq., il tutto nel rispetto della bioedilizia .
E’ possibile utilizzare il c.a. per lo scantinato ed alloggiare il prefabbricato sopra?


Dal punto di vista costruttivo non solo è possibile, ma è la prassi per le case prefabbricate.Dovrà essere dapprima realizzato l’interrato in cemento armato e solo successivamente avverrà il montaggio dell’abitazione in legno.
La procedura da seguire le verrà comunicata dalla ditta di case prefabbricate che si preoccuperà di fornirle la statica e il disegno esecutivo della forometria necessarie alla realizzazione dello scantinato da parte dell’impresa tradizionale (sappiamo infatti che ci saranno due distinti costruttori sul cantiere).Nel caso specifico, il rispetto della bioedilizia dovrebbe essere garantito proprio dalla costruzione in legno dell’edificio. Lo scantinato dovrà necessariamente essere realizzato in cemento armato e non ci dovrebbero essere particolari requisiti da rispettare.
Nella scelta del costruttore di case prefabbricate le consiglio di privilegiare quelle ditte che utilizzano una costruzione realmente bioedile anche nella scelta dei materiali e componenti dell’edificio (impregnanti, vernici, colle….).

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *