CASE PREFABBRICATE, ERRORI (ED ORRORI)

CASE PREFABBRICATE, ERRORI (ED ORRORI)

AFFRONTARE L’ACQUISTO DI UNA CASA PREFABBRICATA SENZA UN’ADEGUATA PREPARAZIONE PUO’ PORTARE A DELUSIONI COCENTI.
ECCO UN PICCOLO VADEMECUM PER FARE I PASSI GIUSTI.

INFORMIAMOCI
Questa guida alle case prefabbricate mette a disposizione centinaia di articoli tematici.
Non fermiamoci alle prime pagine.
Spesso gli articoli più vecchi, a differenza della maggior parte dei blog, contengono informazioni sempre attuali ed utili.
Visitiamo le fiere, i siti dei produttori, qualche casa in legno già costruita nella nostra città, raccogliamo depliant.
Le ville prefabbricate hanno caratteristiche importanti che le differenziano da quelle tradizionali.
Il cliente preparato ha le idee chiare e funge persino da supporto tecnico al proprio progettista, limita gli errori e le insoddisfazioni, spende meno ed acquista molto di più.

IL TERRENO
Se possediamo un terreno edificabile, possiamo pensare direttamente al progetto e saltare al punto successivo, in caso contrario dovremmo concentrarci in una ricerca spesso lunga ed estenuante.
Le caratteristiche del lotto, oltre al prezzo accessibile, dovrebbero essere adeguate ad una progettazione bioclimatica, possibilmente essere lontano da zone ad alto traffico ed industrie e bene esposto, per sfruttare al massimo l’apporto solare per guadagno passivo e l’installazione di pannelli termici e fotovoltaici.
Spero sia chiaro che un terreno agricolo serve per coltivare e non a costruire edifici.
Informiamoci rispetto a vincoli legati alla forma del lotto, alle distanze da edifici e confini, ad eventuali preesistenze.
Un volume insufficiente richiederà assurdi escamotage e ci obbligherà nel migliore dei casi a pesanti compromessi abitativi.

IL PROGETTO
Come ripetuto spesso, meglio scegliere un progettista del settore piuttosto che trovarci in casa un acerrimo nemico delle case prefabbricate.
Ideale un bioarchitetto, ma vi sono anche geometri preparati e sensibili, in grado di affiancarvi con grande competenza.
Se proprio vogliamo risparmiare, non scartiamo l’ipotesi di realizzare una casa prefabbricata a catalogo.
Vi sono modelli molto interessanti, adatti ad ogni esigenza, a prezzi accessibili e perfettamente concepiti sotto il profilo bioclimatico e distributivo.
Ricordiamo che le case prefabbricate, per funzionare energeticamente, dovrebbero avere forma semplice…….

IL PREVENTIVO
Se ci siamo informati, dovremmo avere individuato un paio di aziende costruttrici.
Evitiamo di richiedere preventivi a pioggia a tutte le ditte del settore.
Frequentando le fiere della bioedilizia, mi capita di vedere alcuni “loschi personaggi” con la loro cartellina gonfia di fotocopie del progetto che passano in rassegna tutti gli stand.
Farsi redigere 15-20 preventivi non serve a nulla (anzi, equivale ad una confusione certa), ma comporta tanto lavoro da parte degli uffici che si occuperanno di preparare l’offerta.
Un preventivo può richiedere molte ore, compresi gli incontri informativi e spese vive da parte degli agenti o delle ditte.
Se vi ritrovate in questo ritratto, vi sollecito un piccolo esame di coscienza.
In tutti i casi, non scegliamo il costruttore solo in base al prezzo più basso.

LA CAMPIONATURA
Stipulato il contratto, si tratta di una fase estremamente delicata che impone preparazione e idee chiare.
Una campionatura improvvisata equivale ad una casa in legno assai diversa da quella immaginata.
Se può essere utile l’essere accompagnati dal nostro progettista, obbligatorio è un attento studio dell’arredo e della disposizione degli impianti, soprattutto qualora la casa fosse acquistata ad un livello “chiavi in mano”.

IL FINANZIAMENTO
Non sottovalutiamo quest’ultimo punto.
Le aziende richiedono garanzie ben precise come la stipula di una polizza fideiussoria.
Meglio informarsi prima.
Non sempre gli istituti di credito comprendono le esigenze dei produttori di case in legno così come i diversi tempi costruttivi rispetto alle costruzioni tradizionali.
Ma, soprattutto, dobbiamo fornire le dovute garanzie economiche alla banca, cosa non facile in tempi di crisi, in particolare per le coppie giovani, principale target delle case prefabbricate.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *