ABITAZIONI PREFABBRICATE CON MINIMA SPESA

ABITAZIONI PREFABBRICATE CON MINIMA SPESA

LE CASE PREFABBRICATE IN LEGNO A BASSO CONSUMO SONO EDIFICI CON UN ECCELLENTE RAPPORTO QUALITA’ PREZZO.
IL GRANDE RISPARMIO SULLE BOLLETTE ENERGETICHE COSTITUISCE UN GUADAGNO NEL TEMPO CHE NE VALORIZZA L’ACQUISTO.

Ho a disposizione 250.000 € per l’acquisto del terreno e la costruzione della casa.
E’ sufficiente per costruire un edificio in legno?
Vorrei realizzare la mia abitazione, ma il mio stipendio attuale mi permette al massimo una cifra di 150.000 per la costruzione.
Il terreno, per fortuna, ce l’ho già.
Il budget in mio possesso è basso, conosce qualche ditta di case in legno che costruisca sotto i 1.000 €/mq?
Le ditte che ho interpellato mi hanno sparato delle cifre stratosferiche. Possibile che non ci sia un costruttore economico in grado di montarmi l’abitazione a costi ragionevoli?
Solo per il terreno dovrei spendere più di 200.000 €.
Me ne avanzano 100.000 €, ce la posso fare?


Le case prefabbricate vengono considerate nei paesi di origine (Germania, Austria), soluzioni costruttive economiche.
Non a caso il tipico target dei costruttori di case in legno sono le giovani famiglie.
Per questo motivo l’acquirente italiano alla ricerca di soluzioni di pregio spesso fatica ad essere accontentato dalle aziende di case prefabbricate.
Il motivo è semplice, ma difficilmente viene compreso dal cliente.
I costruttori di case in legno, soprattutto le ditte di maggiori dimensioni (e quindi più conosciute sul mercato) realizzano le strutture secondo un processo di tipo industriale.
La piccola falegnameria è sicuramente maggiormente flessibile, ma è altrettanto penalizzata a fronte di richieste fuori standard o poco adatte ad essere realizzate in legno.
I costruttori tradizionali del laterocemento sono senz’altro più indicati per questo tipo di esigenze.


Spesso infatti le case prefabbricate non rappresentano la soluzione più indicata e dovrebbe essere compito del nostro tecnico valutarne a fondo i pro ed i contro.
Se il cliente più facoltoso potrebbe lamentarsi, altrettanto complessa è la situazione di chi fatica ad arrivare a fine mese, ma che desidera una casa in legno.
In genere il sogno di costruire un’abitazione ecologica a basso consumo si infrange ben presto di fronte alle impietose cifre che scaturiscono dai primi preventivi.
E spesso non esiste ancora un lotto edificabile di proprietà, non ci si è ancora informati rispetto alla determinazione degli oneri comunali, non abbiamo la minima idea di quanto può costare un architetto, non ci rendiamo conto che dobbiamo incaricare un ingegnere, un geologo, un termotecnico, un coordinatore per la sicurezza.
Per non parlare dell’impresa che dovrà realizzare la platea e le sistemazioni esterne.


I terreni, su gran parte del territorio italiano, sono pochi e costano una letteralmente follia.
Le scorciatoie non esistono, poiché le case prefabbricate richiedono sempre un lotto edificabile e sono soggette alle medesime normative degli edifici tradizionali.
Se sommiamo le varie cifre ci rendiamo conto che la base di partenza è quasi sempre superiore ai 200.000 €, e la casa in legno ancora … non esiste.
Cosa resta per realizzare il nostro edificio?
Come minimo ci serviranno altri 150-180.000 €, per gli edifici più semplici e di piccole dimensioni.
Importi troppo convenienti non devono ingannare, poiché si tratta (necessariamente) di “qualcos’altro”.
Non è infatti ipotizzabile che vi siano costruttori di case prefabbricate in grado di dimezzare i prezzi.


Vero è che si possono trovare sul mercato edifici in legno prodotti in particolare da ditte dell’est, ma con caratteristiche molto diverse dall’argomento di questo blog, i cui costi appaiono piuttosto allettanti.
Si tratta per la maggior parte di strutture che non adatte ad un utilizzo abitativo, con qualità climatiche assai scadenti, sia d’estate (a causa dell’inevitabile surriscaldamento dovuto ai minimi spessori delle pareti e del tetto), che d’inverno (mancando quasi del tutto gli isolamenti termici).
Le presunte virtù del legno (lasciato immancabilmente a vista) in questo caso sono piuttosto il peggior esempio di come si possa utilizzare questo materiale per costruire edifici moderni, naturali ed efficienti.
Gli edifici in legno, a prescindere dal sistema realizzativo adottato (telaio o massiccio) sono costruzioni che coniugano alla perfezione innovazione e tradizione, semplicità e complessità.
Il nome e l’esperienza del costruttore, nel tempo e nei numeri di produzione, resta sempre il miglior biglietto da visita.

I costi per la nostra abitazione saranno sempre interessanti, con il vantaggio del prezzo certo e bloccato.

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *