IL PREZZO DELLE CASE PREFABBRICATE

IL PREZZO DELLE CASE PREFABBRICATE

LE CASE PREFABBRICATE IN LEGNO COSTANO PIU’ O MENO DI QUELLE TRADIZIONALI IN LATERIZIO?

Se confrontiamo un’abitazione in muratura a risparmio energetico, con un buon cappotto isolante esterno e serramenti a tenuta, realizzata con impiego di materiali ecologici, in grado di soddisfare in pieno i requisiti termici richiesti dalla normativa in vigore per gli edifici di nuova costruzione, ovvero il Decreto Legislativo 311/2006 relativo al rendimento energetico degli edifici, con una casa in legno che possa rientrare in una classe di certificazione energetica CasaClima B per la provincia di Bolzano, il confronto può essere ammissibile e significativo, a parità di metratura, finiture e scelte impiantistiche (che incidono in ugual misura per entrambi gli edifici).
Sappiamo purtroppo che nell’edilizia tradizionale non è difficile risparmiare in senso speculativo sulle scelte costruttive e tagliare fortemente i costi, utilizzando materiali scadenti e manodopera non specializzata, rinunciando agli isolamenti e minimizzando gli spessori (celando il tutto sotto gli intonaci e i pavimenti).
E’ altrettanto vero che non tutte le case prefabbricate sono confrontabili sotto l’aspetto qualitativo.

E’ possibile reperire sul mercato un’ampia offecase in legno, case legno, casa legno, casa in legnorta di abitazioni che si definiscono “prefabbricate”, basate sull’impiego del legno come materiale strutturale, con prezzi al mq. che vanno da meno di 800 fino a 1.600 € ed oltre, chiavi in mano.
Una differenza importante che va puntualmente analizzata per fare un po’ di chiarezza e comprendere quale sia la forchetta di prezzi più conveniente per il cliente che ricerchi un rapporto q/p ottimale.
Chi acquista una costruzione prefabbricata non può sorvolare su alcuni requisiti minimi indispensabili, dall’impiego di materiali ecologici alle buone prestazioni energetiche complessive, ma dovrà anche essere preteso un standard elevato negli assemblaggi e nelle rifiniture.
Le case ecologiche che si collocano nella fascia più bassa sono offerte sul mercato da ditte che operano nell’Europa dell’est, solitamente in Romania.

La maggior parte di queste proposte non si può definire prefabbricata in quanto il montaggio viene effettuato direttamente in cantiere (venendo così a mancare l’aspetto fondamentale del controllo di produzione).
Si tratta di case in legno più simili agli chalet di montagna dato che non si tratta di strutture a telaio, ma a parete piena e cappotto esterno (tralascio ovviamente di parlare di quelle che non presentano isolamenti di alcun tipo).
Diventa un po’ difficile dare un giudizio qualitativo su queste costruzioni, dato che bisognerebbe conoscere le essenze lignee impiegate e i processi di stagionatura e protezione impiegati, l’utilizzo o meno di impregnanti e vernici tossiche, gli spessori e i materiali isolanti i impiegati, oltre che il tipo di serramenti e le modalità di montaggio degli stessi.
Ipotizzando uno standard qualitativo accettabile, spesso si scopre che queste ditte di case in legno non forniscono il classico chiavi in mano, fermandosi ad un grezzo avanzato con una dotazione impiantistica di base. Sarà quindi cura del cliente terminare i lavori di finitura “in economia”.
Il prezzo finale, nella maggior parte dei casi, verrà chiaramente maggiorato e si avvicinerà a quello delle abitazioni di fascia superiore, pur con uno standard qualitativo incerto.

Chi acquista una di queste case prefabbricate sceglie il miraggio del risparmio, ma spesso deve sperare nella buona sorte, dato che le garanzie, anche a livello di tempistica e di durata, sono chiaramente limitate.
Le case in legno che si collocano nella fascia più alta soddisfano ovviamente i più alti standard qualitativi, sono realizzate rigorosamente in bioedilizia ed hanno eccellenti prestazioni energetiche, una raffinata dotazione impiantistica, rifiniture di pregio e si caratterizzano per un design architettonico moderno e dettagli curati.
Esistono ditte di case prefabbricate in legno che hanno scelto di rivolgersi esclusivamente ad una clientela esigente con una produzione di alto livello e altre aziende che hanno affiancato una gamma di proposte al top alle abitazioni da famiglia, chiaramente più economiche.
In quasi tutti i casi il costo al mq. non dipende tanto dalla bontà dell’involucro strutturale, quanto dalle finiture interne ed esterne, dall’impiantistica e dalle scelte progettuali spesso assai più dispendiose.Il cliente tipo delle case prefabbricate potrà trovare il massimo della qualità ecologica ed energetica in una fascia di prezzo più abbordabile.
La maggior parte delle aziende di case prefabbricate in legno ha prezzi di listino al mq. per il chiavi in mano che vanno da 1.200 a 1.400 €.
Spesso le piccole differenze di costo dipendono soprattutto dalle finiture e dalle caratteristiche tipologiche dell’abitazione.

Le case in legno a catalogo riescono a contenere il prezzo grazie ad un’accurata ottimizzazione delle soluzioni tecniche e distributive, mentre quelle a progetto pagano nell’adattamento al legno il proprio approccio progettuale orientato al tradizionale.
Il confronto tra i preventivi di più ditte di case prefabbricate andrà fatto in particolare sul parziale relativo al grezzo, in quanto le finiture e l’impiantistica possono spostare di molto il costo finale.
La presenza o meno di alcune voci può incidere molto sulla valutazione delle case prefabbricate, ma solitamente le oscillazioni di prezzo sono assai limitate e la scelta finale verrà necessariamente fatta tenendo conto di altri parametri.
Concludendo, se state decidendo di realizzare una casa prefabbricata in legno, pretendete un alto standard qualitativo ed alte garanzie.
Sappiate che si può risparmiare scegliendo tra le case in legno a catalogo ottimizzate con soluzioni tecnico-impiantistiche intelligenti e buone finiture, scegliendo un’azienda solida e di esperienza.
Una casa prefabbricata in legno è fatta per durare e non deve essere in alcun caso una falsa risposta ai nostri problemi abitativi.

7 Commenti

  1. Avatar
    Davide gennaio 14, 2010

    Buongiorno Architetto
    mi sto avvicinando al mondo delle case in legno prefabbricate.
    Ho letto molto negli ultimi tempi ed ho richiesto diversi cataloghi ad altrettante ditte che si dicono leader del settore da 30 anni o più.
    Il problema adesso è scegliere, potrebbe darmi dei dati qualitativi per poter dire questa ditta è tra quelle da valutare e quest’altra invece è da escludere?

    Grazie del lavoro che state facendo per mettere a disposizioni di tutti queste importanti informazioni.

    Distinti Saluti.

  2. Avatar
    angelo settembre 28, 2010

    Egr. architetto,
    mi sorge un dubbio e chiedo a lei di risolverlo. Nel conteggio al mq c’è distinzione tra la superficie calpestabile (al netto dei muri perimetrali e interni) e quella lorda e come viene calcolata la superficie di balconi o di terrazzi?
    La ringrazio cordialmente della risposta che vorrà darmi.

  3. Avatar
    Arch. Paolo Crivellaro settembre 28, 2010

    Ovviamente la superficie utile è inferiore (circa del 15%) rispetto a quella lorda o commerciale.
    Di solito per balconi e terrazze si applica una percentuale variabile tra il 30% ed il 60&.
    Se una terrazza misura 5 mq. con una percentuale del 50% verrà calcolata come se fossero 2,5 mq.

  4. Avatar
    franco giugno 26, 2011

    salve ho un terreno in romania collina dove voglo fare 2 case o piu prefabbrtcate vorrei prezzi e cataloghi delle

  5. Avatar
    Anonymous maggio 19, 2013

    Salve, io vorrei realizzare un’abitazione familiare il legno. Mi sono rivolta alla ditta andraehaus, l’unica presente sul territorio della mia Regione. Vorrei sapere da lei se ha un buono standard di qualità (risparmio energetico, finiture, estetica). Inoltre, ho letto nei suoi post che si può risparmiare parecchio sull’impiantistica. E’ possibile che questa venga realizzata da un tecnico esterno oppure è possibile intervenire solo in un secondo momento, esclusivamente sui collegamenti?
    Grazie .

  6. Avatar
    Anonymous agosto 20, 2013

    Buon pomeriggio Architetto.
    Io e mio marito stiamo decidendo se opzionare una bifamiliare a Castiglione Torinese (Torino).
    si può scegliere se in muratura o in legno, per l’appunto.
    Noi siamo altamente orientati verso la scelta del legno. La ditta costruttrice in questione è Legnami Abitare, azienda – ci hanno detto essere – leader nel settore. Lei saprebbe consigliarcela?
    Grazie mille per la sua attenzione.

    Michela

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *