LE MANUTENZIONI DELLE CASE PREFABBRICATE IN LEGNO

LE MANUTENZIONI DELLE CASE PREFABBRICATE IN LEGNO

ALLA PARI DELLE NORMALI ABITAZIONI ANCHE LE CASE PREFABBRICATE DEVONO RICEVERE UN’ADEGUATA E REGOLARE MANUTENZIONE.
INOLTRE PUÒ ANCHE CAPITARE CHE CI SI TROVI NELLA NECESSITÀ DI DOVER RIPARARE UNA PARETE (SIA INTERNAMENTE CHE ALL’ESTERNO), IL TETTO O UN EVENTUALE BALCONE.

Chi effettua questi lavori di manutenzione / riparazione?
Esistono ditte specializzate oppure è necessario rivolgersi a chi ha costruito la casa?
A quale prezzo?
E nel caso, magari dopo 50 anni, si intenda ristrutturare la casa, sostituendo ad esempio i tubi dell’acqua e quelli dell’impianto di riscaldamento (posto sotto il pavimento) come si interviene?
Mi è stato detto da un venditore che è possibile sostituire queste parti semplicemente smontando i pannelli di legno che le ricoprono (non ho capito come si faccia con il pavimento): è vero?


case in legnoDomande più che interessanti di un lettore che meritano una risposta pubblica per affrontare un po’ più nel dettaglio il tema, solo accennato, della cura e degli interventi nel tempo dell’abitazione.
Banalmente si potrebbe dire che le case prefabbricate in legno vanno considerate delle normali abitazioni, in particolare per ciò che riguarda le manutenzioni ordinarie.
Le aspettative di vita sono le medesime di una casa tradizionale, con l’indubbio vantaggio di una garanzia trentennale che copre i difetti di fabbricazione e i danni non causati da errati comportamenti del proprietario o da agenti esterni.
E’ evidente il vantaggio di affidarsi da subito ad una ditta di case di legno affidabile e conosciuta rispetto all’incognita di un risparmio sul prezzo di acquisto quasi mai giustificabile dal punto di vista qualitativo.

E’ possibile che si debba affrontare qualche intervento di riparazione nel corso nel tempo.
In questo caso ci rivolgeremo direttamente alla ditta costruttrice, che potrà intervenire nel modo più opportuno con le dovute attenzioni e seguendo una corretta prassi.
In alternativa, per piccoli lavori, si potrà contattare una delle molte aziende del settore delle costruzioni in legno che realizzano anche case prefabbricate simili alla nostra abitazione.
Esistono anche buone ditte italiane, soprattutto al nord Italia, dandoci la possibilità di confrontare più di un preventivo.
Ovviamente, se gli interventi di riparazione fossero consistenti, dovuti a mutate esigenze funzionali, adeguamenti impiantistici o migliorie tecniche, la ditta costruttrice originaria resta il referente principale da interpellare.

Va comunque sottolineato che la costruzione delle case in legno consente agevolmente tali interventi, al pari di una costruzione tradizionale.
Dovendo, ad esempio, intervenire sulla serpentina di un riscaldamento radiante a pavimento, la composizione del pacchetto del solaio sarà analoga a quella di una costruzione tradizionale con sottofondi e massetti a base cementizia.
Canne fumarie e tubazioni di scarico passano al di fuori delle pareti esterne, sia per evitare ponti termici e discontinuità nell’isolamento, ma anche per facilitare eventuali interventi manutentivi.
La costruzione stessa delle case prefabbricate prevede che gli eventuali lavori di manutenzione, riparazione o ristrutturazione debbano avvenire con modalità non invasive, semplificando l’operatività e limitando di conseguenza i costi da sostenere a carico del proprietario.

5 Commenti

  1. Avatar
    Angelo Franzosi settembre 13, 2014

    Buongiorno, sto raccogliendo informazioni sulle case in legno, avendo intenzione di prendere in considerazione la costruzione di una nuova casa.
    Mi affascina molto l’idea di costruirla in legno, ma sono titubante sulla durata; leggendo sul vostro blog si parla di garanzia trentennale, e a tal riguardo vorrei chiedere un chiarimento: ho letto che per legge esiste la garanzia postuma decennale rilasciata dal costruttore a garanzia dell’abitazione. Quando voi parlate di garanzia trentennale vi riferite al fatto che questa garanzia deennale postuma possa essere estesa a trent’anni?
    Il mio dubbio nasce dal fatto che parlando in fiera con alcuni operatori, questi mi dicono che la garanzia è riportata nel contratto, ma non sono previste forme di garanzia reali come polizze o fidejussioni; ma se così fosse in caso di fallimento dell’azienda, e mi rimarrebbe la decennale postuma poiché la trentennale scomparirebbe con l’impresa.
    Vi ringrazio anticipatamente.
    Cordiali saluti.
    Angelo Franzosi

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. *